venerdì 13 luglio 2018

BOOK UNHAULCHALLENGE

Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi vi propongo un post particolare a metà tra un book tag e un book unhaul, o mercatino dei libri che dir si voglia. Ho scovato questa sorta di challenge su youtube e ho visto che sono molti i canali sia stranieri che italiani che hanno utilizzato questa idea per liberarsi di un po' di libri. Anche a me questa Book unhaul challenge è sembrata un buon metodo sia per parlare di quei titoli che per un motivo o per l'altro stazionano nella mia libreria da troppo tempo in attesa di essere letti, sia per cercare una nuova sistemazione a quei titoli che non penso rileggerò mai o che non sono più interessata a tenere.

Qui di seguito vi elencherò tutte le 10 domande del Tag e per ogni domanda vi mostrerò una foto del libro prescelto, il motivo per cui non sono più intenzionata a tenerlo e il prezzo a cui vorrei venderlo.
Come per gli altri miei mercatini di libri vi ricordo che:

  • Se siete interessati ad acquistare un libro, basta lasciare un messaggio sotto al post e un indirizzo mail valido a cui contattarvi per definire la vendita.
  • Al prezzo del libro vanno aggiunti €1.30 per il piego di libri ordinario o €4 per il piego libri raccomandato.
  • Per tutti i libri sono disponibili altri foto più dettagliate.
UN LIBRO A CUI HAI DATO UN VOTO BASSO


DOG CRAZY DI MEG DONOHUE.
Si tratta di una lettura carina, a cui ho assegnato un voto medio ( in termini di stelline direi 3), adatto  soprattutto per chi ama i cani e la copertina è bellissima, ma onestamente non credo che lo rileggerò.
Il volume è comunque come nuovo e lo vendo a €3. 

UN LIBRO SU CUI HAI CAMBIATO OPINIONE


FEED DI M.T. ANDERSON.
In questo caso si tratta di uno young adult fantascientifico praticamente introvabile che ero molto contenta di aver recuperato. Poi però mi è completamente passata la voglia di leggerlo ed ormai sono anni che si trova nella mia libreria. Mi sembra quindi giusto dare la possibilità a qualcun altro di leggerlo. Nonostante le pagine siano leggermente ingiallite, vista l'età del volume, il libro è come nuovo e lo vendo a €4.

UNA SERIE CHE NON HAI INTENZIONE DI FINIRE


WOLF DI RYAN GRAUDIN. 
In questo caso ho preso il libro pensando fosse un volume unico e ovviamente mi sono sbagliata... Se deciderò di proseguire con la duologia  credo proprio che la recupererò in ebook. Anche questo libro è come nuovo e lo vendo a €5.

UN LIBRO CHE NON HAI FINITO DI LEGGERE


NOME IN CODICE VERITY DI ELIZABETH WEIN.
Ho iniziato questa lettura due vole, ma nonostante la trama mi interessi molto, non riesco ad entrare in sintonia con lo stile dell'autrice. Il libro è come nuovo e lo vendo a €3.

UN LIBRO DI CUI HAI ALTRE COPIE IN LIBRERIA

  • MANSFIELD PARK DI JANE AUSTEN. Non ne ho due copie bensì tre e quindi, per motivi di spazio, ho deciso di mettere in circolo questa edizione della Garzanti. Il libro è in ottime condizioni e lo vendo a €2.50.
  • LA SIGNORA IN BIANCO DI WILKIE COLLINS E VILLETTE DI CHARLOTTE BRONTE. Anche in questo caso, come per altri classici, ho più di una copia in libreria. Entrambi in ottime condizioni, li vendo a €1.50 ciascuno.
UN LIBRO CHE NON LEGGERAI MAI


FRAGILE COME NOI FORTE COME L'AMICIZIA DI SARA BARNARD.
In questo caso si tratta di un incauto acquisto di mia cugina che ha scambiato questo titolo per uno simile e non essendo interessata a leggerlo lo ha regalato a me lasciandomi carta bianca sul suo destino. Sono ormai diversi mesi che staziona nella mia libreria senza che mi sia mai venuta voglia di leggerlo, quindi lo vendo a €3.

UNA USCITA RECENTE



AGATHA RAISIN.ARRIVA LA SPOSA! DI M.C. BEATON.
Voi sapete quanto io ami questa serie e di certo non mi libererei mai di uno degli ultimo usciti (il penultimo per la precisione), ma si tratta di un reso che Ibs non ha voluto indietro. Infatti in un ordine di qualche mese fa mi sono arrivati due libri rovinati, questo in particolare presenta delle macchie su un lato e quando ho contattato il sito me li hanno sostituiti. Se non siete fissati come me con la perfezione libraria, per il resto il libro è nuovo e lo vendo a €4.

UN LIBRO CHE HAI COMPRATO PER LA COVER



LA LETTRICE DI TRACI CHEE.
La trama e la copertina mi ispirano molto, tuttavia quando l'ho preso pensavo si trattasse di uno stand-alone ed invece è il primo di una trilogia e ho deciso che, per motivi di spazio e di risparmio, recupererò in ebook. Il libro è come nuovo e lo vendo a €2.50.

UN LIBRO DI CUI NON SAI NULLA




JAMAICA INN  DI DAPHNE DU MAURIER.
Questo è l'altro libro arrivato rovinato dell'ordine di cui ho parlato sopra e come vedete il problema è l'incollatura della costa che presenta delle pieghe. Questo acquisto è stato dettato soprattutto dalla fama dell'autrice, della quale sto collezionando tutti i volumi, anche se ancora non ne ho letto nessuno... Vergognose confessioni a parte, se siete interessati lo vendo a €2.50.

UN LIBRO CHE NON HAI COMPRATO.



VENUTO AL MONDO DI MARGARET MAZZANTINI.
Questo è probabilmente uno dei libri non letti che staziona nella mia libreria da più tempo e si tratta di un regalo che non ho potuto cambiare. Ammetto di essere stata un po' prevenuta riguardo questo romanzo, ma non sento nessun feeling né verso l'autrice né verso la trama di questo romanzo, quindi lo vendo a €3.

Bene lettori, questa è la mia BOOK UNHAUL CHALLENGE. Siete tutti invitati a riproporla anche voi e se siete interessati a qualcosa lasciatemi un commento qui sotto o mandatemi una mail a libraiainsoffitta@libero.it

martedì 10 luglio 2018

Sul comodino della Libraia # 9


Ben ritrovati lettori di passaggio, scusatemi per la latitanza, ma ultimamente, un po' per vari impegni, un po' per il caldo, ho dedicato davvero poco tempo al blog e ne approfitto per ricapitolare con voi le mie ultime letture.

LE MIE LETTURE RECENTI



Oltre ai romanzi di cui vi ho parlato negli ultimi post, in questa estate ormai inoltrata ho recuperato finalmente un libro che volevo leggere da tantissimo tempo e che, essendo ormai di difficile reperibilità, ho preso in prestito. Si tratta di 84, Charing Cross Road di Helene Hanff, un epistolario che raccoglie venti anni di corrispondenza tra l'autrice, una giovane sceneggiatrice e scrittrice americana e Frank Doel, un signore inglese che lavora in una libreria antiquaria londinese. Il libro è molto interessante dal punto di vista storico perché racconta della Londra dal dopoguerra agli anni Settanta, ma anche da un punto di vista letterario perché pieno di curiosità e di autori ed opere poco note, almeno per me. Molto bello è anche il rapporto a distanza che si crea tra Helene e Frank, ma anche con la famiglia di lui e con gli altri impiegati della libreria. Una lettura decisamente promossa a cui darei un bel 8. Ho poi recuperato un saggio divenuto molto famoso negli ultimi anni, Dovremmo essere tutti femministi di Chimamanda  Ngozi Adichie. Anche questo è un titolo che ho apprezzato per le tematiche trattate e per le informazioni su particolari della cultura nigeriana che non conoscevo, ma l'eccessiva brevità mi ha lasciato un po' di insoddisfazione a fine lettura, quindi il mio voto sarebbe un 7 e 1/2. Infine ho recuperato in formato ebook un altro romanzo di Chiara Moscardelli, Quando meno te lo aspetti. La protagonista, Penelope Stregatti ha diverse caratteristiche in comune con la Teresa Papavero del romanzo di cui vi ho parlato in un precedente post, ma ho trovato la trama e le situazioni simpatiche, ma un po' inverosimili, quindi non posso assegnare più di un 7-. Sono comunque curiosa di recuperare altro di questa autrice che è riuscita anche stavolta a farmi sorridere più volte durante la lettura.

LE LETTURE SUL COMODINO


Attualmente sto leggendo Memoria di ragazza di Annie Ernaux, autrice francese di cui ho sentito molto parlare, ma che in questa prima lettura mi sta creando qualche problema riguardo allo stile e a certe scelte narrative. Visto che questa lettura si sta rivelando piuttosto ostica, ho pensato di accompagnarla ad una completamente diversa e molto più semplice e ho iniziato un altro romanzo di Bianca Pitzorno ambientato proprio in estate, Speciale Violante.

Come sempre fatemi sapere se avete letto questi libri e che cosa ne pensate e quali sono le vostre attuali letture!


lunedì 2 luglio 2018

Il libro del giorno # Regalo di nozze di Andrea Vitali

Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi vi parlo di una delle mie letture più recenti. Ultimamente sto recuperando alcuni titoli di Andrea Vitali che ancora mi mancavano e nonostante abbia ormai letto diversi suoi romanzi, la produzione letteraria di questo autore è talmente numerosa che sono ancora ben lontana dall'averne letta la maggior parte. 


Titolo: Regalo di nozze
Autore: Andrea Vitali
Editore: Garzanti
Dati: pp. 151, €9.90.

Gli ultimi due titoli che ho recuperato di Andrea Vitali sono in ordine di lettura Di Ilde ce n'è una sola e Regalo si nozze, due romanzi accomunati dal fatto di essere per certi versi differenti da quanto abbia letto finora dell'autore. Innanzitutto sono ambientati in epoche più recenti rispetto ai romanzi letti in precedenza in cui i fatti si svolgevano o durante il fascismo o nel dopoguerra. Ovviamente siamo sempre a Bellano, ma le vicende in questione si svolgono sul finire degli anni Settanta.
Anche dal punto di vista delle trame e delle tematiche ho trovato delle differenze rispetto ad altri suoi romanzi, ma soprattutto dal punto di vista del tono della narrazione le differenze sono state più evidenti. 
In questo caso in particolare incontriamo un ristretto novero di personaggi, Ercole, un giovane in procinto di sposarsi e Assunta, sua madre. Attraverso i loro ricordi e racconti, riviviamo parte delle loro vite e di quelle di Amedeo, il padre di Ercole, venuto a mancare prematuramente e dello zio Pinuccio, il fratello scavezzacollo e sciupafemmine della madre.
Centro focale di tutta la narrazione è un'auto, una 600 bianca come quella che Ercole vede una domenica sera andando a cena dalla madre, uguale a quella comprata dal padre quando lui era bambino, quella su cui aveva fatto il suo primo vero viaggio, quella grazie alla quale aveva visto per la prima volta il mare, ma che aveva segnato anche irrimediabilmente la vita sua e della madre.
L'immagine di quella 600 rievoca ricordi lontani, gioie e dolori inattesi e svela dopo tanti anni un piccolo mistero dietro alla memorabile gita al mare, l'ennesimo guaio da sbrogliare dello zio Pinuccio. A differenza di altri romanzi di Vitali in cui una pletora di personaggi si alternano sulla scena, qui ci si concentra, oltre che su madre e figlio, pressoché solo sulla vita dello zio Pinuccio, sulle sue bugie, le sue conquiste sentimentali, le visite a sorpresa a casa della sorella, spesso in cerca di ospitalità e gli improvvisi periodi di latitanza, il tutto raccontato dal punto di vista di Ercole bambino, il quale pur non capendo in pieno i comportamenti dello zio che provocano scrollate di spalle e allargare di braccia continui nei suoi genitori, non può fare a meno di amare questo zio dallo sguardo buono e cercare la sua approvazione. La madre di Ercole, a sua volta, differisce da molti altri personaggi femminile di Vitali, spesso sopra le righe, infatti si tratta di una figura di donna di una certa età estremamente umana e in certa misura dolente dolente. Tuttavia dai ricordi del figlio si percepisce in lei una forza di carattere che non è mai venuta meno nemmeno di fronte alle prove più difficili, unita alla capacità di preservare la gioia di certi momenti e di mantenerla viva nei ricordi, nei luoghi, negli oggetti, nonostante le avversità e il tempo che passa. Per quanto riguarda i fatti narrati invece, nonostante le attitudini dello zio, mancano in questo romanzo di Vitali, certi momenti di goliardica comicità a cui il lettore è abituato e il tono generale è decisamente più riflessivo e nostalgico, ma la penna dell'autore è sempre leggera e accompagna il lettore all'ultima pagina, magari con gli occhi un po' lucidi, ma sempre con il sorriso.

VOTO 7+

domenica 17 giugno 2018

Il libro del giorno # Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli di Chiara Moscardelli


Titolo: Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli
Autrice: Chiara Moscardelli
Editore: Giunti
Dati: pp. 320, €14.90, ebook €8.99.

Teresa Papavero, quarantenne single resa diffidente e insicura dall'abbandono della madre quando era bambina e vissuta all'ombra del padre, celebre psichiatra, perduto in modo alquanto inaspettato il lavoro in un call center, decide di tornare a Strangolagalli, paese alle porte di Roma in cui ha vissuto da bambina e qui, con l'aiuto dell'amica d'infanzia Luigia, ha trasformato la casa di famiglia in un B&B. Durante un appuntamento con un ragazzo conosciuto in un sito di incontri, quella che doveva essere una serata romantica, prende tutt'altra piega quando Paolo, il suo accompagnatore, finisce giù dal terrazzo, mentre lei è in bagno. Un avvenimento assolutamente inaudito a Strangolagalli che allerta non sono il maresciallo locale, ma richiama nella cittadina anche il poliziotto Serra. 
A complicare ulteriormente la vicenda ci pensa un'ospite del B&B che pensa bene di sparire senza lasciare traccia, così che in paese arriva persino la televisione, nelle fattezze di Corrado, inviato del famoso programma Dove sei? e vecchia conoscenza di Teresa.
Non avevo mai letto nulla dell'autrice, ma fin dalle prime pagine ci si rende conto che, a dispetto della trama, siamo di fronte più ad una commedia che ad un vero e proprio giallo, infatti il libro ruota tutto attorno al personaggio di Teresa e alla contrapposizione tra le sue capacità deduttive e mnemoniche, che nonostante gli studi, non si sono mai concretizzate in un vero e proprio lavoro e la sua indole estremamente insicura che spesso induce gli altri, compreso suo padre, a ritenerla una scema. L'innata curiosità di Teresa e la sua propensione alle indagini, unite ad una certa goffaggine e ad uno stile molto personale in fatto di abbigliamento, spingono sia il Maresciallo Lamonica, sia il poliziotto Serra, a considerarla semplicemente una zitella impicciona, ma la sua tenacia e una certa dose di incoscienza le permetteranno di ottenere dei risultati sbalorditivi e di accrescere la considerazione che i suoi compaesani hanno di lei. I personaggi come il sindaco, sua figlia Irma, la Signora Marisa, la bibliotecaria Antonia o il macellaio Floriano, rappresentano delle vivaci note di colore e dei momenti di pura comicità, ma trasmettono anche un senso di appartenenza e di coesione tipico dei piccoli centri, in cui gli abitanti uniscono le forze intorno agli obbiettivi comuni, che sia la sagra del paese, come il ritrovamento di una persona scomparsa. Compartecipazione che forse era più frequente un tempo, ma che ritrovare nei romanzi regala sempre una certa calorosa nostalgia.
Per quanto riguarda i due uomini, che a modo loro, si contendono le attenzioni di Teresa, nessuno dei due mi ha convinta più di tanto, in particolar modo Serra, che ha senza dubbio un ruolo più importante nella risoluzione del giallo e nel romanzo in generale, è un personaggio un po' troppo stereotipato sulla figura del macho che ottiene sempre quello che vuole. Ho apprezzato invece la protagonista, i suoi modi diretti, la sua imbarazzante sincerità e la sua capacità di non prendersi troppo sul serio, ma soprattutto il fatto che, nonostante l'eccessiva insicurezza e qualche lamentela di troppo, abbia capito che per sentirsi realizzati non contano solo i traguardi raggiunti, ma anche capire quale è il proprio posto nel mondo e dove sia quel posto in cui le nostre qualità possono essere sfruttate al meglio. Per quanto riguarda la trama invece, mentre la prima parte scorre via rapidamente, l'ultima parte del romanzo risulta, a mio parere, un po' appesantita dal complicarsi dell'intreccio riguardante la morte di Paolo e da certe situazioni che ho trovato ben poco credibili.
Il finale della storia, benché porti alla risoluzione di tutti i misteri che hanno avuto luogo a Strangolagalli, lascia la porta aperta da ulteriori sviluppi nella vita lavorativa e sentimentale di Teresa, e non svelano nulla riguardo alla sparizione di sua madre, quindi chissà che questa non sia solo la prima di una serie di indagini della signorina Papavero.
Nel complesso un romanzo giallo che contiene una buona dose di umorismo e una spruzzata di romance perfetto da leggere sotto l'ombrellone.

VOTO: 7+