sabato 22 settembre 2018

Il libro del giorno # Una vita da libraio di Shaun Bythell

Buon pomeriggio lettori di passaggio, oggi parliamo di una delle mie letture recenti e contrariamente al solito, non si tratta di un romanzo.


Titolo: Una vita da libraio
Autore: Shaun Bythell
Casa Editrice: Einaudi
Traduttore: C. Palmieri
Dati: pp. 378, cartaceo €19, ebook €9.90

Quando questo libro è uscito in Italia, nel marzo scorso, mi è bastata un'occhiata al titolo e alla copertina per dire "lo voglio" e inserirlo immediatamente nella lista dei libri di prossimo acquisto. 
Il fatto che l'edizione cartacea costasse decisamente parecchio ha però rimandato il mio intento di diverso tempo, finché non ho trovato un'offerta lampo per l'edizione digitale e non me lo sono fatto scappare. In quel momento però avevo già avuto modo di leggere opinioni piuttosto tiepide a riguardo e la lettura è slittata fino ad ora, a Settembre, il mese che per tutti coloro che sono stati studenti per molti anni, è un po' il mese in cui tutto ricomincia. Allo stesso tempo Settembre è il mese in cui inizia l'Autunno e ben si adatta a questa lettura che in più di un punto ho trovato malinconica.
Non nego che il libro abbia dei difetti, parecchi in effetti, eppure mi è piaciuto. Non certo da gridare al miracolo letterario, ma sicuramente l'ho trovato una piacevole compagnia, un lettura leggera, ma piena di spunti interessanti e a tratti perfino commovente.
Come saprete non si tratta di un romanzo, ma di un diario in cui l'autore riporta giorno per giorno cosa succede nella sua vita e in particolare nel suo negozio, The Book Shop, una labirintica libreria dell'usato a Wigtown, una cittadina nella campagna scozzese. 


Il susseguirsi della routine del negozio fatta di ordini ricevuti ed evasi, di battibecchi con i dipendenti, di clienti più o meno stravaganti, di spedizioni a caccia di libri con cui incrementare il magazzino, di tentativi di combattere la concorrenza dei colossi on line, risulta certamente, mese dopo mese, un po' ripetitiva, ma durante ogni viaggio dell'autore a casa di un privato intenzionato a vendere in tutto o in parte la sua biblioteca, o intenzionato a disfarsi di libri ereditati per caso, mi sono fatta coinvolgere dall'eccitazione della caccia a qualche tesoro letterario nascosto, in verità assai raro e anche emotivamente dalle storie diverse dei venditori, spesso anziani, dai racconti delle loro vite e dalle inevitabili conseguenti riflessioni dell'autore sul tempo che passa.

Dovendo giudicare in base ai toni dei suoi racconti, l'idea che mi sono fatta dell'autore è di una persona con un carattere non facile e incline al sarcasmo, tuttavia ne ho apprezzato alcuni ragionamenti e l'attaccamento verso un mestiere che al giorno d'oggi rischia di sembrare anacronistico. Non mi hanno disturbata i continui siparietti tra lui e Nicky, la sua principale collaboratrice, nonché personaggio quanto mai sopra le righe, né gli scontri con i clienti o le invettive verso i nemici giurati dei librai, ovvero Amazon e gli ebook. Ma le parti che più mi hanno interessata della narrazione sono state quelle in cui emergeva in maniera evidente l'amore dell'autore per i libri, non sono per le rarità, ma per tutti i libri che hanno qualcosa da raccontare o da insegnare. Mi ha stupito molto anche il fatto che una cittadina piccola come Wigtown, che deve gran parte della sua vitalità al turismo estivo, abbia creato attorno alla libreria e in più in generale intorno alla lettura e all'arte, un festival capace di attirare appassionati da tutto il mondo. Inoltre le parti in cui l'autore si concentra di più sulla sua vita privata e che quindi esulano un po' dal lavoro in libreria, per raccontare gite, cene, incontri con amici e colleghi, danno modo al lettore di scoprire anche molte curiosità sul Galloway, la sua storia e le sue attrattive, nonché su come si viva in una cittadina scozzese. 
Una menzione particolare va poi ai clienti, non tanto agli scocciatori, agli stravaganti e ai cacciatori di sconti, quanto ai clienti abituali e in particolare a Mr Deacon, che con la sua ineffabilità e compostezza è una presenza a cui mi sono in qualche modo affezionata, proprio come mi succede con certi personaggi creati dai romanzieri.
Arrivata all'ultima pagina di questo diario, posso dire di aver preso a cuore le sorti di questa libreria e di chi ruota attorno ad essa e penso che mi piacerebbe davvero, prima o poi avere la possibilità di visitarla.

VOTO: 7+   


giovedì 13 settembre 2018

LA MIA TBR AUTUNNALE


Ben ritrovati lettori di passaggio, scusate per la lunga assenza. se ve lo foste chiesti non sono stata rapita dagli alieni, ma più semplicemente il ritorno improvviso del caldo in questa lunga estate e un po' di cose da fare mi hanno tolto voglia e tempo per fare altro.
Comunque se il calendario non mente tra nove giorni saremo ufficialmente in Autunno e per celebrare l'arrivo di una delle mie stagioni preferite ho pensato di stilare una TBR di letture da affrontare nei prossimi tre mesi. Come ormai saprete sono un disastro nel programmare qualunque cosa, comprese le letture, ma questa TBR mi darà l'occasione di presentarvi anche qualche nuova entrata nella mia libreria, visto che in questi mesi ho fatto diversi acquisti, sia in cartaceo che in digitale e sono presenti anche due volumi presi in prestito e che quindi spero di poter restituire al più presto. I libri che ho scelto, a differenza delle mie precedenti TBR non sono tutti cartacei, ma sono presenti anche alcuni ebook; le categorie in cui li ho sommariamente suddivisi sono quattro, come quattro sono i titoli per ogni categoria.

LIBRI PER BAMBINI/RAGAZZI


  • La bussola d'oro di Philip Pullman, primo volume di una trilogia famosissima che ho acquistato ormai da diverso tempo ansiosa di leggerlo, ma che ancora non ho affrontato.
  • Ho un castello nel cuore di Dodie Smith, un classico della narrativa per ragazzi che volevo comprare da anni e che finalmente ha trovato posto nella mia libreria.
  • Aristotle and Dante discover the secrets of the Universe di Benjamin Alire Sàenz, un romanzo young adult a tematica LGBT che avevo iniziato lo scorso anno, ma che poi avevo accantonato in favore di altre letture, nonostante mi stesse piacendo e non stessi trovando difficoltà con l'inglese.
  • La magica medicina di Roald Dahl, un altro titolo di questo autore che volevo recuperare e che mi è stato gentilmente prestato.
CLASSICI/CLASSICI MODERNI


  • Il giardino di Elizabeth di Elizabeth Von Armin, un altro acquisto recente e primo libro dell'autrice che ho intenzione di leggere.
  • Il professore di Charlotte Bronte, un classico recuperato in un'edizione davvero economica, ma che aspetta da molto nella mia libreria.
  • Qualcuno da amare di Barbara Pym, un acquisto abbastanza recente di una autrice che mi piace molto.
  • Destinatario sconosciuto di Katherine Kressmann Taylor, un breve romanzo epistolare che ho scoperto per caso e che sono molto curiosa di leggere.
NARRATIVA ITALIANA


  • Ragione & Sentimento di Stefania Bertola, un volume che spero mi faccia sorridere nei lunghi pomeriggi di pioggia.
  • Il diavolo nel cassetto di Paolo Maurensig, un breve romanzo che mi ha incuriosita per la copertina e che mi hanno gentilmente prestato.
  • Aria di neve di Serena Venditto, un romanzo che mi ha attratta per la trama leggera e spruzzata di giallo e che ho preso in ebook.
  • Le streghe di Lenzavacche di Simona Lo Iacono, un romanzo che avevo da tempo in wish list e che finalmente ho trovato scontato al 25%.
NARRATIVA STRANIERA


  • Le vergini suicide di Geffrey Eugenides, un romanzo famosissimo che ho recuperato in un ordine su Ibs di qualche mese fa a prezzo davvero conveniente.
  • Cortesie per gli ospiti di Ian McEwan, che ho preso in ebook per leggere altro dell'autore.
  • I crudeli omicidi di una notte d'estate di Karo Hamalainen, un thriller di un autore finlandese che ho acquistato durante l'estate in un cofanetto della Newton Compton contenente quattro volumi a 9.90.
  • La papessa di Donna Woolfolk Cross, un romanzo storico che era nella mia Tbr anche lo scorso anno e che vergognosamente non ho ancora letto!
Cosa ne pensate dei miei progetti di lettura? Avete letto questi libri, vi sono piaciuti o vi hanno deluso? Avete anche voi una pila di libri in attesa da leggere per il prossimo autunno? Fatemi sapere e al prossimo post!