mercoledì 7 maggio 2014

The mental book Tag


Salve a tutti lettori di passaggio, torno a scrivere dopo qualche giorno di assenza e in attesa di parlarvi di qualche nuova lettura vi propongo un Tag che ho visto sul canale di Debora (questo è il link a cui potete trovare il suo video: https://www.youtube.com/watch?v=Psf2K7QmQis). L'originale invece lo trovate nel blog della sua creatrice, Rosa: http://bricioleparole.blogspot.it/2014/04/book-tag-mental-book.html
Il Tag è molto semplice, ciononostante ho avuto bisogno di un po' di tempo per pensare ai libri da inserire, passando in rassegna le mie librerie. In pratica si tratta di associare a dieci parole altrettanti libri che abbiano una qualche attinenza, nel titolo, nella copertina, per la trama o che per un qualsiasi motivo appaiono nella nostra mente di lettori legati a queste determinate parole.
Cominciamo:

TEMPO



Per la prima parola ho scelto un classico del maestro Dickens, Tempi difficili.

CIOCCOLATO



In questo caso non ho voluto inserire un libro di cucina perché sarebbe stato troppo facile ed ho scelto un libro molto bello dello scrittore brasiliano Jorge Amado che mi fa pensare ai profumi e ai sapori della sua terra e quindi anche al cacao, Gabriella garofano e cannella.

SANGUE



Cambiamo completamente genere con questo libro sui vampiri, la cui protagonista è una mezzosangue che prende lentamente coscienza della sua vera natura. Il Sodalizio del sangue di Susan Hubbard è piuttosto atipico rispetto ai romanzi young adult o urban fantasy sui vampiri e nonostante non mi abbia convinta del tutto, l'idea di base è abbastanza interessante.

MAGIA



Per quanto riguarda la parola magia avevo veramente l'imbarazzo della scelta, ma alla fine ho deciso di inserire uno dei volumi dedicati all'Incantatore Chestomanci, di Diana Wynne Jones, autrice anche de Il Castello errante di Howl, ovvero Scherzi del destino.

VIAGGIARE



Anche in questo caso la risposta è stata immediata perché Sulla strada di Kerouac è proprio il libro che più evoca il movivmento, il viaggio, almeno secondo me. Un libro che non mi ha completamente conquistata ma che ha comunque un suo fascino ed un libro alla cui narrazione bisogna abbandonarsi con un atto di fiducia, senza porsi troppi interrogativi, altrimenti si finisce per non apprezzarlo.

MUSICA



Ancora un classico, La sonata a Kreutzer di Tolstoj, che però non ho ancora letto, avendolo comprato ultimante trovandolo con un forte sconto on line.

FIORI



Bellissima, secondo me, la copertina di Fiore di neve e il ventaglio segreto di Lisa See, in questa edizione Tea e bello anche il romanzo, soprattutto la prima parte e per quel che riguarda la ricostruzione storica della Cina dell'epoca.

MISTERO



Per la parola mistero colgo l'occasione per parlarvi di una serie di libri che amo molto, ovvero le indagini di Jane Austen di Stephanie Barron, delle quali questo libro, L'arcano di Penfolds Hall è il quinto volume e che ripercorrono la vita, i rapporti sociali e familiari, gli spostamenti di Jane Austen, in modo molto fedele, inframmezzandoli però con misteri e delitti frutto della fantasia della scrittrice che vedono Jane Austen intenta a mettere a disposizione la sua sagacia per risolvere i casi.

ESTATE



In questo caso ho fatto una scelta puramente estetica, perché al di là della trama e dei contenuti, la copertina di questa edizione di Belli e dannati di Fitzgerald mi fa venire subito in mente l'estate.

FELICITA'



Infine per la parola felicità ho scelto un libro di cui ho già parlato in altri post e che è stato una delle
letture che ho preferito in assoluto negli ultimi tempi, ovvero Miss Charity di Marie- Aude Murail.

The mental book Tag si conclude qui, fatemi sapere che cosa pensate delle mie scelte librarie e magari rispondete anche voi al Tag sui vostri blog o semplicemente nei commenti. Buone letture!