mercoledì 23 luglio 2014

WWW WEDNESDAYS #6




Bentrovati lettori di passaggio, oggi torna la rubrica WWW Wednesdays per fare una panoramica veloce sulle mie ultime letture in attesa di aver la possibilità di approfondire con voi qualcuno di questi libri.
Cominciamo con la prima domanda:

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

In questo periodo le mie letture sono virate verso atmosfere un po' più noir, ma anche verso romanzi con protagonisti adolescenti alle prese con vari problemi, infatti mi sono finalmente decisa ad iniziare Luna di Julie Anne Peters e sto terminando in tempi brevi il volume scritto da Lorenza Ghinelli per la collana Live della Newton Compton, Sogni di Sangue.


2)Che cosa hai appena finito di leggere?

Ho concluso da poco Apocalypse Baby di Virginie Despentes, un romanzo on the road a metà tra il noir e il libro di denuncia sociale, scritto con uno stile corrosivo, crudo e ironico.



3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Questa volta proprio non lo so, dipenderà molto dallo stato d'animo in cui mi ritroverò una volta terminato Luna. Tuttavia è un periodo in cui non sono molto attratta dal fantasy e dai generi ad esso affini, quindi vi propongo tre titoli scelti tra romanzi storici, gialli e classici, tra quelli che mi attendono sulla scrivania e che ritengo più papabili come prossime letture.




Avete letto qualcuno di questi libri? Avete qualche suggerimento da darmi? Fatemi sapere quali sono le vostre letture del momento e consigliatemi anche titoli diversi che vi hanno colpito particolarmente!


giovedì 10 luglio 2014

Novità in Libreria #4


Bentrovati, lettori di passaggio!
Approfitto di questo post per parlarvi di alcuni libri, tre nuove uscite molto promettenti le cui trame mi hanno incuriosita molto e due ebooks di autrici italiane emergenti.
Di solito nella rubrica Novità in Libreria non propongo libri digitali per il semplice motivo che non li leggo, non avendo ancora comprato un e-reader ed essendo il mio povero tablet passato a miglior vita, quindi nei rari casi in cui leggo un libro in ebook, lo faccio sul pc e cerco di scegliere qualche breve romanzo che ho stipato da tempo in qualche chiavetta usb.
In questo caso faccio un'eccezione perché di uno dei due libri ho sentito parlare dalla stessa autrice, una ragazza che seguo su youtube e di cui vi lascio qui il link per poter dare un'occhiata al suo canale: https://www.youtube.com/channel/UCOtcWo8iW9aGFufivmphC3A.
L'altro racconto invece mi ha colpita inizialmente per la copertina e visto che si tratta in entrambi i casi di due libri piuttosto brevi e dal prezzo accessibilissimo, ho pensato di segnalarveli.

Cominciamo proprio da i due ebooks:

Titolo: Un nuovo inizio
Autore: Maria Sveva Morelli
Editore: Triskell
Dati: dimensione file 261 KB, 2,99€
Trama: Emma ha appena finito gli esami e sarebbe ben felice di partire per la romantica vacanza che ha programmato con Marco, peccato che il suo fidanzato l’abbia lasciata proprio alla vigilia del viaggio. 

Si ritroverà a vagare da sola nei pittoreschi vicoli otrantini, cercando di sanare il suo cuore spezzato. 
Adrian è un quarantenne britannico che, durante una vacanza in Italia, cerca di recuperare il rapporto con i figli adolescenti e dare una seconda possibilità a se stesso. 
Tra l’inglese e la studentessa italiana scatterà una passione tenera e irresistibile. 
Potrà una storia d’amore estiva appianare le tante differenze tra gli innamorati e superare i lunghi inverni che li aspettano?


Titolo: Il cuore di Koral
Autore: Alessia Coppola
Dati: dimensione file 650 KB, 0.89€
Trama: Koral è l’ultima discendente del Regno di Atlantide. È una sirena. 

Ha ricevuto il compito di proteggere la Pietra di Pnèvma, anelata dai mortali per i suoi eccezionali poteri. 
L’oggetto magico viene trafugato dagli abissi e Koral è costretta a punire il trasgressore e condurlo con sé nelle profondità del mare. 
Il colpevole è Xilos, non un mortale qualunque, bensì un Khyndi. Uno stregone mutaforma. 
Il giovane stregone combatterà contro il tempo, e le tempeste aizzate dalla sirena, per ottenere da Pnévma il potere di cui ha bisogno. E quando tutto sembra perduto, Xilos scopre il segreto che lega indissolubilmente la gemma, a Koral. Un segreto, risposto in un cuore. 


Passiamo ora ai cartacei:

Titolo: Nome in codice Verity
Autore: Elizabeth Wein
Editore: Rizzoli
Dati: pp. 446, data di pubblicazione 25/06/2014, 14€ e 90
Trama:  Verity è il nome in codice di Julie Beaufort-Stuart, una ragazza bionda e minuta che appartiene alla nobiltà scozzese e ha studiato in Svizzera. Ha una tempra di ferro e parla tedesco con disinvoltura, per questo lavora al servizio dell'intelligence britannica come spia. La Seconda guerra mondiale infuria, Hitler ha in mano il nord della Francia: tutti devono collaborare per contrastare i tedeschi. Come Julie anche Maddie fa la sua parte, dapprima nella torre di controllo di un aerodromo inglese, poi come pilota: volare è la sua grande passione. Contro ogni previsione tra Maddie e Julie nasce un'amicizia molto salda, ma una notte i loro destini si separano in maniera drammatica: Maddie sta portando Julie in Francia per una missione particolarmente delicata, quando l'aereo viene raggiunto dal fuoco nemico...

Titolo: Alter Ego
Autore: Susanne Winnacker
Editore: De Agostini
Dati: pp. 317, data di pubblicazione 15/07/2014, 14€ e 90
Trama: Per entrare nell'Agenzia Forze Eccezionali dell'FBI e seguire l'addestramento per diventare una spia, è necessario possedere un unico requisito: essere un Mutante. Negli ultimi due anni Tessa ha vissuto nel quartier generale dell'AFE, imparando a controllare la sua straordinaria capacità, che le consente di assumere le sembianze di chiunque tocchi. Questo la rende il soggetto perfetto per un incarico molto pericoloso: prendere l'identità di Madison Chambers, l'ultima vittima di un serial killer, infiltrarsi nella sua vita e smascherare il suo assassino prima che possa colpire di nuovo. Tessa inizia così la sua prima missione alla ricerca della verità, affiancata da Alec, giovane Mutante con cui condivide un'infanzia dura, un'intensa amicizia e - forse - qualcosa di più...

Titolo: The Young World
Autore: Chris Weitz
Editore: Sperling & Kupfer
Dati: pp. 256, data di pubblicazione 26/08/2014, 15€ e 90
Trama: Un misterioso virus ha decimato la popolazione di tutto il mondo, risparmiando gli adolescenti. Rimasti soli in un mondo fuori dal loro controllo e che non sanno governare, i giovani sopravvissuti devono imparare a farsi strada in una realtà sempre più ostile e si organizzano in bande. New York è ormai una città fantasma e la violenza regna sovrana. A Washington square, il giovane Jeff è riuscito a ricostruirsi una vita, seppur precaria, insieme al fratello maggiore Wash e a Donna, la ragazza di cui è segretamente innamorato. Quando, raggiunti i diciotto anni, Wash viene colpito dal virus e muore, Jeff decide di avventurarsi nella città insieme ai suoi amici, alla ricerca di una soluzione per salvare l'umanità...

Ditemi che cosa ne pensate, avete letto qualcuno tra quelli già usciti?
Siete interessati a qualcuno in particolare di questi libri?
Fatemi sapere e alla prossima!

venerdì 4 luglio 2014

IL LIBRO DEL GIORNO # CRANK DI ELLEN HOPKINS


Salve lettori, oggi vi parlo di una lettura recente, Crank, un libro piuttosto particolare e non facile da raccontare, sia per il tema principale in esso trattato, la caduta di un'adolescente nel mondo della droga, sia per il fatto che l'autrice, Ellen Hopkins, si è ispirata, scrivendolo, a fatti avvenuti realmente all'interno della sua famiglia.

Titolo: Crank
Autore: Ellen Hopkins
Editore: Fazi
Traduttore: V. Februari
Dati: pp. 446, anno di pubblicazione 2011, 16€

Narratrice della storia è la protagonista stessa, la quale, pagina dopo pagina, ci racconta pensieri, avvenimenti, stati d'animo, sotto forma di versi, in composizioni sempre diverse per ritmo e per struttura, in concordanza con la mutevolezza dei suoi sentimenti e di quello che le accade.
Kristina è una diciassettenne di Reno studiosa e apparentemente tranquilla che vive con la madre, una donna apprensiva, ma allo stesso tempo distratta dalle proprie ambizioni, un patrigno severo, un fratellino nato dal secondo matrimonio della madre e una sorella maggiore, studentessa universitaria concentrata nel risolvere i propri conflitti riguardo alla sua omosessualità. Il padre di Kristina ha abbandonato lei e la sorella quando erano bambine, rifuggendo dal ruolo di marito e di genitore, ma quando si rifà vivo chiedendo di incontrare le figlie, nonostante la contrarietà della madre, Kristina insiste per trascorrere tre settimane delle vacanze estive ad Albuquerque, a casa di questo padre pressoché sconosciuto.
Felice di potersi sottrarre all'assillante controllo materno e al peso delle aspettative che la famiglia le fa gravare sulle spalle, la ragazza rimane ben presto delusa dalla conoscenza dell padre, un perdigiorno immaturo che lavora quel tanto che gli occorre per pagare i propri vizi e vive in una zona degradata della città, ma l'incontro con Adam, un ragazzo che abita nelle vicinanze, bello come un angelo, ma tutto fuorché innocente, la spinge a rimanere e ad approfittare di quella inaspettata libertà per vivere fino in fondo quel viaggio come un'avventura.
Da questo momento, Kristina la brava ragazza tranquilla e affidabile viene messa sempre più in secondo piano, lasciando il posto a Bree, la parte più istintiva, sfacciata e irrazionale della sua personalità.
Tra i due ragazzi nasce un sentimento totalizzante ed esasperato come solo gli amori giovanili sanno essere, tuttavia questo sentimento è privo della gioia e della luce dei primi amore perché su di esso incombe l'ombra del crank, la droga che Bree prova per la prima volta insieme ad Adam e che le strega da subito i sensi e i pensieri.
Terminate le vacanze infatti, Bree sarà costretta a tornare a casa dalla madre e a lasciare Adam, ma "il mostro" la seguirà e continuerà a chiamarla.
Il rientro in famiglia infatti non permetterà a Kristina di recuperare l'equilibrio perduto perché ormai Bree ha preso il sopravvento sui suoi pensieri e sulle sue azioni e a niente varranno le imposizioni della madre, il ritorno a scuola, rivedere i vecchi amici.
L'assillante desiderio della droga, di immergersi nuovamente nei suoi effetti guidano Bree in un crescendo di bugie, incontri con ragazzi sbagliati e comportamenti sempre più pericolosi e sconsiderati, fino alle più estreme conseguenze.
La cosa più difficile da capire per chi legge l'inesorabile discesa di Kristina/Bree verso una dipendenza che diventa sempre più dominante, un vero mostro che seduce e tiranneggia, che cancella il senso di colpa e tacita le ultime rimostranze della razionalità e dell'istinto di autoconservazione, è la mancanza di un motivo, una ragione a cui imputare la caduta.
Non è possibile infatti ritenere Adam responsabile perché Bree era determinata a fare la conoscenza con la droga, né si può incolpare solo la famiglia di Kristina, quella madre esigente e quel padre assente.
Kristina parte per il suo viaggio già in cerca di qualcosa di indefinibile, con Bree pronta a esplodere dentro di lei con la sua voglia di ribellione e la sua fame di cose proibite, ma non è nella droga, con i suoi effetti esaltanti e stranianti che Kristina può trovare una risposta a una domanda che lei stessa non è in grado di formulare, la droga è solo un mezzo con cui dimenticare, un boccone dolceamaro che non placa la fame e ti avvelena.

Quasi subito, il               mostro mi blandì,  
  mi confuse con un          quesito più profondo.
Valeva la pena fare quel viaggio?

Insomma, chi vorrebbe arrancare         attraverso la vita, agendo
sempre nel modo giusto?   Non rischiare significa
perdere i propri sogni.

Come posso spiegarvi la         pura scarica raggelante
dell'attesa di fare qualcosa      di radicalmente sbagliato?
Nessuna paura. Nessuna colpa.

Come posso giustificare di aver         messo piede di proposito su un
sentiero così evidentemente                   insidioso? Che il divertimento
stesse proprio nella caduta?
                                   
Crank è un libro diretto, a volte crudo, capace di immergerti fin dalle prime righe nella sua storia e di farti osservare da vicino la discesa sempre più precipitosa della protagonista, i suoi tormenti fisici e morali, le scelte sbagliate, gli azzardi, i momenti di esaltazione e le cadute rovinose, ma non c'è patetismo, né simpatia. Spesso leggendo viene voglia di pendere a schiaffi questa ragazza che scommette con la vita alzando continuamente la posta, consapevole che tanto perderà comunque. Neppure alla fine, quando questa stessa vita sembra imporle la sua volontà e spingerla ad andare oltre, non c'è speranza nel lieto fine, perché c'è ancora l'eco della voce del mostro che la chiama.

VOTO: 8