lunedì 22 settembre 2014

Novità in Libreria #5


Benvenuti lettori di passaggio, oggi vi segnalo alcune nuove uscite letterarie a mio avviso particolarmente interessanti, infatti siamo ormai alle porte dell'autunno e come ogni anno le case editrici riempiono le librerie di nuovi titoli!
Come mio solito ho scelto di porre in evidenza libri completamenti diversi tra loro per genere, trama e provenienza, ma tutti capaci di attirare la mia attenzione per un motivo o per l'altro.

Cominciamo con un libro che mi ha colpita all'istante per la trama e per l'ambientazione, senza contare la bellissima cover:

Titolo: Ho lasciato entrare la tempesta
Autore: Hannah Kent
Editore: Piemme
Dati: data di pubblicazione 16/09/2014, pp. 350, 17€ e 50

Trama: Strega, seduttrice, colpevole, assassina: Agnes Magnusdottir è accusata di molte cose. Perché nell'Islanda dell'Ottocento - immersa nella nebbia come in mille superstizioni - lei, con la sua bellezza, il suo animo ribelle, la sua intelligenza troppo vivace, è diversa da tutte. Diversa anche per l'uomo che si è scelta: Natan Ketilsson, un uomo più vicino ai diavoli dell'inferno che agli angeli del paradiso, come mormorano nel villaggio, capace di risuscitare i morti con pozioni a base di erbe conosciute solo da lui. E ora che Natan è morto, ucciso da diciotto coltellate, il villaggio decide che la colpevole dell'efferato omicidio non può che essere lei, Agnes. La donna che lo amava. E mentre, ormai condannata, attende la morte per decapitazione, Agnes racconta la sua versione della storia alle uniche persone amiche che il destino le concede nei suoi ultimi giorni: la moglie del suo carceriere, e un giovane e inesperto confessore. E anche se la morte sarà la fine inevitabile, per Agnes la vita continua altrove: nei pensieri, nei sogni, nelle storie che ha letto, e nell'amore per Natan. 


Passiamo ora ad un romanzo che invece mi ha ricordato un po' certi personaggi e certe atmosfere di un altro libro che ho apprezzato molto e che ho nominato già mille volte qui sul blog, Le quattro casalinghe di Tokyo di Natsuo Kirino. Certo il titolo non è particolarmente attraente, almeno per me, ma la trama sembra davvero intrigante:

Titolo: Confessioni di una vittima dello shopping
Autore: Radhika Jha
Editore: Sellerio
Dati: data di pubblicazione 18/09/2014, pp.251, 16€
Trama: Una donna racconta la propria storia: si chiama Kayo, è sposata con il fidanzato del liceo che le è stato presentato dall'amica Tomoko. Tomoko è tutto ciò che lei non può essere: alta, elegante, sexy, sofisticata, mentre l'unica attrattiva di Kayo è quella di avere un seno prosperoso, inconsueto per una ragazza giapponese. Kayo è felice di iniziare l'avventura di moglie, casalinga e madre accanto ad un uomo come lei, anonimo e arrivista, il cui lavoro in una banca americana permetterà alla famiglia una crescita economica costante e un'esistenza agiata per i due figli. Un giorno Kayo incontra di nuovo la sua vecchia compagna di scuola. Sempre più raffinata, avvolta dal fascinoso mistero di una vita che sembra fluttuare tra lusso e amanti, Tomoko la trascina a fare shopping. Kayo viene così introdotta in un "club" molto particolare, "il club delle amanti della bellezza", composto da signore ossessionate dalla moda, dai vestiti, dai gioielli, da tutto ciò che i soldi possono comprare per assicurarsi la seduzione, lo charme, il rispetto sociale. La donna, i cui desideri sembrano anestetizzati dalla quotidianità ripetitiva, dalle soffocanti consuetudini di un'esistenza ordinaria, si costruisce così una nuova identità fatta di abiti e accessori costosi e meravigliosi, e scivola in una drammatica dipendenza. Le conseguenze saranno debiti e angoscia, telefonate dalla banca, necessità di prestiti, fino a scelte sempre più estreme pur di non dover rinunciare ai suoi sogni.

Adesso è la volta di un romanzo young adult che mi ha attirata per la cover, notturna e seducente, ma anche perché la storia narrata sembra discostarsi abbastanza da quelle a cui siamo abituati ultimamente, incentrate soprattutto su aspetti paranormali e sentimenti, ma sembra contenere un pizzico in più di azione e mistero:

Titolo: Black Ice
Autore: Becca Fitzpatrick
Editore: Piemme
Dati: data di pubblicazione 17/10/2014, pp. 360, 16€ e 90
Trama: Britt si è preparata per più di un anno a un trekking sul Teton Range. Quello a cui non era preparata, però, è scoprire che Calvin, il suo ex ragazzo e unico grande amore, si unirà a lei. Prima che Britt abbia tempo di esplorare i propri sentimenti, si scatena una terribile tormenta che la obbliga a rifugiarsi in una baita sperduta. Peccato che gli occupanti, entrambi giovani e molto affascinanti, siano anche due fuggitivi decisi a prenderla in ostaggio. Britt sa che la conoscenza dei sentieri e l'attrezzatura da trekking che ha con sé rappresentano la sua assicurazione sulla vita, e che deve solo resistere abbastanza a lungo perché Calvin la raggiunga, eppure... In una disperata corsa contro il tempo e il freddo, Britt scoprirà che sotto la neve si nascondono moltissimi segreti e che forse il suo rapitore, la cui gentilezza è decisamente seducente, non è quello che sembra.

Cambiamo di nuovo genere e parliamo di un romanzo storico, primo volume di quella che dovrebbe essere una saga:

Titolo Stormbird. La Guerra delle rose 1
Autore: Conn Iggulden
Editore: Piemme
Dati; data di pubblicazione 14/10/2014, pp. 616, 12€ e 90
Trama: Le nubi si addensano nei cieli inglesi: è il 1437, il regno è in mano ai Lancaster, e il "leone d'Inghilterra" Enrico V non è più sul trono. A lui è succeduto il figlio, Enrico VI, un giovane debole e malato, manovrato dalla schiera dei suoi avidi consiglieri, tra cui il potentissimo duca di Suffolk. Ma c'è chi non ha rinunciato all'idea di un'Inghilterra in mano a un re forte. Come Riccardo, duca di York, stirpe rivale dei Lancaster. Tanto più che i territori inglesi in terra di Francia sono sempre più insicuri e minati dalle rivolte. E quando corre voce che Enrico VI sia stato promesso come sposo a una nobildonna francese, Margherita d'Angiò, la minaccia diventa fin troppo reale. Per i Lancaster comincia un assedio, una guerra da combattere in patria e nei territori francesi, una guerra il cui bottino è il destino stesso dell'Inghilterra.

E concludiamo con un altro libro per ragazzi che sembra mescolare paranormale, sentimento e un pizzico di horror:

Titolo: Unbreakable
Autore: Kami Garcia
Editore: Mondadori
Dati: data di pubblicazione 23/09/2014, pp. 288, 17€
Trama: Cos'è davvero successo alla madre di Kennedy? Una sera la figlia la trova riversa sul letto, senza vita. Secondo i medici si tratta di un infarto, ma ben presto anche Kennedy rischia di morire. Si salva grazie a Jared e Lukas, i misteriosi gemelli che fanno irruzione nella sua stanza. Sono loro a rivelarle la verità: stava per cadere vittima di un fantasma vendicatore, uno di quelli combattuti dalla Legione della Colomba Nera, la società segreta che protegge il mondo dai demoni. Nella stessa notte cinque membri della Legione sono morti, e ora devono essere rimpiazzati da altri ragazzi, ognuno dotato di un abilità unica e prodigiosa. Kennedy non può tirarsi indietro. Intorno a lei incombono forze terrificanti e invisibili, mentre il suo cuore è destinato a battere per un amore nuovo e dirompente: l'unica scelta giusta, l'unica possibile, è lottare.

Che ne dite di queste nuove uscite, siete anche voi attratti da qualcuno di questi libri? Fatemi sapere che cosa ne pensate e buone letture!

giovedì 11 settembre 2014

S.O.S. TBR PILE & BOOK TAG PER OGNI LETTERA UN LIBRO


Bentornati lettori di passaggio, mi scuso per il titolo sconclusionato di questo post, ma la mia intenzione era quella di unire, come si suol dire, l'utile al dilettevole, ovvero rispondere al Tag Per ogni lettera un libro, per il quale sono stata chiamata in causa da Coccinella del blog LadyBook- LaCoccinella (http://ladybook-lacoccinella.blogspot.it/2014/09/book-tag-per-ogni-lettera-un-libro.html#more) e nello stesso tempo chiedere a voi lettori un aiuto e un consiglio per quel che riguarda le mie prossime letture. Come spesso capita a noi amanti dei libri, i miei acquisti letterari si stanno accumulando in modo esponenziale e decisamente preoccupante, quindi ho pensato di scegliere per ogni lettera del Tag, non un libro già letto, bensì un libro contenuto nella mia gigantesca TBR pile. 
Le lettere che mi sono state assegnate sono: D R E C V
I libri provenienti dalla mia lista d'attesa, che ho scelto per queste lettere sono:

D

Da un'antica tomba nel convento delle clarisse di Cartagena emerge una lunghissima chioma rossa. Dal singolare evento, cui il giovane García Màrquez, allora cronista alle prime armi, si trovò ad assistere, scaturisce questo affascinante racconto pubblicato nel 1994, con il quale Gabo torna alle atmosfere di "Cent'anni di solitudine" e ai temi dell'"Amore ai tempi del colera", la passione erotica che diventa malattia, metafora della letteratura e della vita. Al centro della vicenda, ambientata in una Cartagena de Indias perduta in un vago e oscuro passato coloniale, sospeso tra il possibile e il misterioso, c'è la passione innaturale e distruttiva che vede protagonisti una bellissima bambina morsa da un cane rabbioso, un medico negromante e un giovane esorcista posseduto dal mal d'amore.

R

Nascere donna nell'Inghilterra dell'Ottocento significava non avere quasi alcuna possibilità di fama e successo. Nascere donna in uno sperduto villaggio di campagna dello Yorkshire, in una famiglia numerosa, rendeva le cose ancora più difficili. Ma Charlotte, Emily e Anne Brontë erano donne dotate di un talento letterario fuori dal comune, e ne erano ben consapevoli. Fu così che non si fermarono davanti ai pregiudizi dell'epoca e sfidarono il mondo. Fu così che, nel 1847, i tre fratelli Ellis, Acton e Currer Bell, pseudonimi dietro i quali si nascondevano le tre sorelle, pubblicarono presso due note case editrici londinesi i loro romanzi, che scossero il mondo editoriale e culturale del Paese. Eppure questo evento così importante non cambiò la vita delle Brontë che, nascoste dietro un anonimato tenacemente difeso, continuarono a vivere nell'isolamento e nella dolorosa solitudine di Haworth, sognando e scrivendo meravigliose avventure.

 E

In queste pagine si racconta la vicenda di una fanciulla, Effi Briest appunto, che sposa giovanissima un antico spasimante della madre, salvo poi tradirlo più per noia che per passione. L'amore clandestino ha vita breve ed Effi ritorna a essere una sposa devota e fedele. Ma il destino è in agguato, e dopo anni di serena vita coniugale il marito scopre l'antico adulterio. Nei tragici sviluppi della vicenda a Effi, innocentemente colpevole, rimarrà solo l'affetto del padre cui aggrapparsi.

C

Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un'inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all'improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un'avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l'hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l'ultima.

V

Il 28 marzo 1941 Virginia Woolf si recò sulle rive dell'Ouse, non lontano dalla sua casa nel Sussex, dove viveva col marito, si riempì le tasche del soprabito di pietre e si gettò nelle acque del fiume, togliendosi la vita. Sessant'anni più tardi, l'architetto del paesaggio Jo Bellamy giunge a Sissinghurst Castle per studiare il celeberrimo "giardino bianco" che la scrittrice Vita Sackville-West aveva creato per la sua amata Virginia. Ma tra le ombre di una delle più famose dimore d'Inghilterra, Jo fa una scoperta sconcertante: tra i documenti conservati negli archivi della residenza trova quello che sembra l'ultimo diario di Virginia Woolf, la cui prima pagina riporta la data del giorno successivo alla sua morte. Se quel quaderno si rivelasse autentico metterebbe in discussione ogni precedente teoria sulla fine della famosa scrittrice. Ma prima che Bellamy possa svelare la sua scoperta, il prezioso diario scompare. Chi l'ha rubato? E perché? Quale mistero si cela tra quelle pagine? E che collegamento c'è tra i segreti che custodiscono e quelli nascosti nel giardino bianco?

Mi affido a voi lettori di passaggio per scegliere tra questi libri, una o più delle mie prossime letture, quindo fatemi sapere se avete letto e amato qualcuno di questi romanzi o se c'è n'è qualcuno che vi incuriosisce particolarmente e che mi consigliereste di leggere! Grazie per la collaborazione e buone letture!

Ah! Dimenticavo...questa volta taggo anche io qualcuno e assegno a Giulia del blog Il magico mondo dei libri le lettere I F M S U.

mercoledì 10 settembre 2014

WWW WEDNESDAYS #7



Torna la rubrica WWW Wednesdays per fare un po' il punto sulle mie ingarbugliate letture del periodo!

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Attualmente mi sto destreggiando tra tre  romanzi che non potrebbero essere più diversi: La Straniera di Diana Gabaldon, il famosissimo primo volume di una serie che mescola il romanzo storico con il romance e una spruzzata di fantastico, Il 18° vampiro di Claudio Vergnani che è invece un horror in cui i vampiri sono tutt'altro che romantici e risplendenti e per finire Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett, un classico della letteratura per ragazzi che non avevo ancora mai letto.

2) Che cosa hai appena finito di leggere?

Ho appena terminato un romanzo a mio parere delizioso, edito da Astoria, una casa editrice che mi piace moltissimo, Crampton Hodnet di Barbara Pym. La storia è molto semplice, ma piacevolissima ed è ambientata in una Oxford degli anni '30 in cui alcuni esponenti della buona borghesia riempiono il vuoto delle loro vite ordinate e moralmente ineccepibili ficcando il naso nei fatti degli altri.


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Visto e considerato che le mie letture si stanno accavallando in modo confuso ultimamente, credo che aspetterò a decidere e magari chiederò anche il vostro aiuto e consiglio in merito nei prossimi post.

Per la rubrica di oggi è tutto, aggiornatemi anche voi sulle vostre letture e alla prossima!

giovedì 4 settembre 2014

PREFERIRESTI...Tag e curiosità sulla lettura.


Benvenuti lettori di passaggio, mi scuso per le prolungate assenze dal blog, ma il tempo è quello che è, inoltre ultimamente le letture stanno andando un po' a rilento, infatti mi sono imbarcata nella lettura di troppe cose diverse contemporaneamente con il risultato di essermi impantanata!
Ma veniamo al post di oggi, un altro Tag per il quale devo ringraziare Giulia del blog Il magico mondo dei libri (http://ilmagicomondodeilibri.blogspot.it/2014/08/preferirestinuovo-tag-sui-libri.html#comment-form) e che permette di condividere i nostri gusti e le nostre abitudini in fatto di lettura.

1) Preferiresti leggere solo trilogie o solo romanzi autoconclusivi? 
Questa è una domanda più interessante di quanto non possa sembrare, infatti appena letta ho subito pensato che senza dubbio preferisco i libri autoconclusivi, soprattutto pensando ai classici o alla narrativa moderna o contemporanea che prediligo e che è composta principalmente da volumi unici, tuttavia se si tratta di altri generi come il fantasy non posso negare il piacere nel sapere che una storia che mi ha conquistata e i suoi personaggi mi potranno tenere compagnia per un bel po' sotto forma di trilogia o di saga composta da più volumi. Certo, una cosa che non mi piace assolutamente sono le serie di libri infinite, quelle in cui gli autori arrivano a snaturare i personaggi e a stravolgere le idee originali della storia pur di allungare il cosiddetto brodo e mandare in stampa l'ennesimo volume!

2) Preferiresti leggere solo autori o solo autrici? 
Dando uno sguardo alla mia libreria, direi che sono una sostenitrice della parità di genere in quanto il numero di autori ed autrici è più o meno lo stesso e questo vale anche per i nuovi acquisti, infatti se non conosco un autore o un autrice l'unica cosa su cui mi baso è la trama del libro.

3) Preferiresti comprare solo alla Feltrinelli o solo su Amazon?
Considerando la domanda in senso più ampio direi che mi rifornisco di libri principalmente on-line sia per una questione di risparmio che di comodità non avendo librerie fisiche vicino casa e nello specifico preferisco comprare da Ibs o da MondadoriStore, mentre non ho mai usato Amazon perché trovo il sito troppo dispersivo. Per le librerie fisiche invece non faccio grandi differenze, mi piacciono tutte quelle ben fornite, ordinate e luminose come la Feltrinelli in centro a Firenze.

4) Preferiresti vedere i libri diventare film o serie tv? 
Direi serie tv, perché in un  film spesso si è costretti a tagliare o condensare parti della storia, mentre in una serie  si può essere più fedeli. In questo momento ad esempio sto seguendo la serie tv tratta dalla serie di Diana Gabaldon, La straniera, e contemporaneamente sto leggendo il libro e, spero che nessuno me ne vorrà, ma per alcuni aspetti soprattutto inerenti al carattere dei protagonisti, sto leggermente preferendo la serie tv.

5) Preferiresti leggere 5 pagine al giorno o 5 libri alla settimana?
Magari riuscissi a leggere 5 libri la settimana, sarebbe una salvezza per la mia TBR in continua crescita, ma purtroppo sono una lettrice lenta, anzi "meditativa", posso leggere la stessa frase o pagina anche dieci volte di seguito se sento di non aver afferrato ogni sfumatura!

6) Preferiresti essere un recensore professionista o un autore?
Mi piacerebbe tantissimo avere la fantasia, il talento e la creatività per essere una scrittrice, ma ovviamente sono ben lungi dal possedere certi requisiti!

7) Preferiresti leggere solo i tuoi 20 libri preferiti o solo libri nuovi?
Vorrei leggere sempre libri nuovi, possibilmente sempre così belli da poterli annoverare tra i miei preferiti!

8) Preferiresti essere una bibliotecaria o una libraia?
Mi piacerebbe essere entrambe, sono due professioni che attraggono gli amanti dei libri, soprattutto quelli come me che amano non solo leggere, ma anche il libro come oggetto da conservare, catalogare, sistemare...

9) Preferiresti leggere solo i tuoi generi preferiti o tutti gli altri?
Mi piace leggere un po' di tutto e come avrà capito chi segue questo blog,vario molto i generi delle mie letture spaziando dai libri per ragazzi ai gialli, dai classici al fantasy, dall'horror al sentimentale, tuttavia se dovessi fare una scelta esclusiva non credo che potrei rinunciare ai miei generi preferiti.

10) Preferiresti leggere solo libri fisici o solo e-book?
Per quanto riconosca l'utilità e la praticità dei libri digitali la mia preferenza va sicuramente ai cartacei!

Spero di avere risposto a tutte le domande in modo esauriente e chiedo anche a voi lettori di passaggio di pensare a cosa rispondereste. Fatemi sapere e buone letture!