lunedì 1 giugno 2015

IN MY MAILBOX


Bentrovati lettori di passaggio e scusate per l'assenza! Torno con un post riepilogativo delle nuove entrate nella mia libreria.
Questa volta ho tentato di fare delle foto, ma è inutile dire che sono venute tutt'altro che bene, comunque l'importante è potervi parlare un po' di questi libri e magari incuriosire qualcuno di voi riguardo a uno o più titoli.


Approfittando del 70% di sconto su i remainders ho deciso di fare un ordine su Ibs e mi sono portata a casa:

Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien nell'edizione Bompiani illustrata da Jemina Catlin.

L'inviato speciale di Evelyn Waugh, uno scrittore inglese che sono molto curiosa di leggere.

Misere di Marina Marazza, delle Edizioni Bd, un romanzo storico di cui ho sentito parlare bene e di cui vi lascio la trama, davvero interessante:
Nella Milano del '600 sbranata dalla peste si consuma la vendetta esemplare della fiera Alma, figlia della relazione proibita tra Virginia de Leyva, monaca di Monza, e Giovan Paolo Osio, signore di Usmate, massacrato come un cane nelle segrete di un traditore. Cercando la verità e costruendo il proprio destino tra torture e feste di morte, orge di violenza e roghi, Alma conoscerà e amerà un uomo tormentato e coraggioso che nasconde un terribile segreto. Personaggi di fantasia e intense figure storiche si alternano nella Milano descritta da Alessandro Manzoni, illuminata dalla luce sanguinaria di una scrittura violenta e cinematografica. Il risultato è un rovente ibrido tra crime e romanzo storico.

Grazie al 25% di sconto che alcune case editrici hanno applicato ai loro libri nel mese di maggio ho deciso di prendere un capolavoro della narrativa americana che volevo recuperare da un sacco di tempo e un romanzo contemporaneo di cui ho sentito parlare bene sui canali di alcuni booktubers stranieri e di cui vi lascio la trama.
Furore di John Steinbeck, edizione Bompiani.

L'isola dell'amore proibito di Tracey Garvis Graves, edizione Garzanti: L'acqua cristallina lambisce dolcemente i suoi piedi nudi. Anna apre gli occhi all'improvviso e davanti le si apre la distesa sconfinata di un mare dalle mille sfumature, dal turchese allo smeraldo più intenso. Intorno, una spiaggia di un bianco accecante, ombreggiata da palme frondose. Le dita della ragazza stringono ancora spasmodicamente la mano di TJ, disteso accanto a lei, esausto dopo averla trascinata fino alla riva. Anna non ricorda niente di quello che è successo, solo il viaggio in aereo, il fondale blu che si avvicina troppo velocemente e gli occhi impauriti di TJ, il ragazzo di sedici anni a cui dovrebbe dare ripetizioni per tutta l'estate. Un lavoro inaspettato, ma chi rifiuterebbe una vacanza retribuita alle Maldive? E poi Anna, insegnante trentenne, è partita per un disperato bisogno di fuga da una relazione che non sembra andare da nessuna parte. Ma adesso la loro vita passata non è più importante. Anna e TJ sono naufraghi e l'isola è deserta. La priorità è quella di sopravvivere fino ai soccorsi. I giorni diventano settimane, poi mesi e infine anni. L'isola sembra un paradiso, eppure è anche piena di pericoli...

I prossimi libri invece sono un acquisto fatto d'impulso al supermercato e di cui so ben poco oltre al fatto che è un altro romanzo storico ambientato questa volta nella Russia staliniana, mentre l'altro libro non ha bisogno di presentazioni perché se ne è parlato molto sui blog ed è stato un graditissimo regalo dell'autrice, Raffaella Fenoglio, che è stata di una gentilezza incredibile.


Nina di Daphne Kalotay, edizione Sperling & Kupfer.

Gala Cox. Il mistero dei viaggi nel tempo di Raffaella Fenoglio, edito da Fanucci.

Infine un ultimo acquisto fatto on-line con il 35% di sconto:



Il prato di camomilla di Mary Wesley, edizioni Astoria:
Richard e Helena Cuthbertson ospitano, come ogni anno, i loro nipoti per le vacanze estive. La grande casa di Helena, circondata da un prato di camomilla che scende fino alla scogliera, è per i ragazzi il luogo dell’infanzia, e per gli adulti quello della sicurezza. E’ il 1939, la vacanza finisce bruscamente con lo scoppio della guerra. E tra la Cornovaglia e Londra si consuma la scomparsa delle vite precedenti: la paura della morte e la sensazione di totale incertezza suscitano il desiderio di provare emozioni fino ad allora tenute nascoste. Le tradizionali inibizioni saltano, nessuno si accontenta più di vivere dentro regole che appaiono sempre più strette e insensate. Anche le buone maniere sembrano sparire. A decenni di distanza molti dei protagonisti si ritrovano in occasione del funerale di uno di loro, e questa sarà l’occasione per rievocare quegli anni, riuscendo persino ad ammettere che mai come in quel periodo di incursioni aeree, di morti, di case distrutte, di razionamenti ci si è divertiti così tanto. Mary Wesley ricorda senza censure, e getta luce sulla violenza e la vivacità tagliente della gioventù, i dolori e le perdite dell’età, la transitorietà della vita e di tutte le persone e i posti che più amiamo. Si vuole provare ogni esperienza, vivere intensamente, che sia l’amore, il sesso, nuovi tipi di relazione, prima che sia troppo tardi, prima che scoppi la prossima bomba.

Fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri o se avete qualche suggerimento da darmi!