mercoledì 30 settembre 2015

WWW Wednesdays # 20


Buon pomeriggio lettori di passaggio, oggi è mercoledì quindi cerchiamo di fare il punto sulle ultime letture con la rubrica WWW Wednesdays.

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Attualmente sto terminando la lettura di Chelsea & James di Giuseppe Cozzo, un breve romanzo inviatomi gentilmente dall'autore e che mi sta piacendo abbastanza e ho appena iniziato anche Hugo e Rose di Bridget Foley, una nuova uscita della E/O la cui trama mi intriga moltissimo. Tra l'altro entrambi i romanzi hanno come titolo una coppia di nomi e mi sembrano in qualche modo ben assortiti!


2) Che cosa hai appena finito di leggere?

Negli ultimi giorni ho terminato Agatha Raisin e i camminatori di Dembley di M.C. Beaton, quarto volume della serie su Agatha Raisin, una lettura piacevole come al solito, ma che mi ha divertita un po' meno rispetto al terzo volume. Inoltre ho terminato un romanzo di una autrice italiana che era tra gli ebooks di genere romantico presi quest'estate, ma che purtroppo non mi è piaciuto per niente.
Ci tengo a precisare che sto esprimendo solo la mia personalissima opinione e che so che a molti lettori il libro è piaciuto, ma Buonanotte amore mio di Daniela Volonté per me è stata una lettura veramente deludente: la trama mi è sembrata di una banalità disarmante, alcune situazioni inverosimili al limite del ridicolo, ho trovato lo stile dell'autrice elementare, il lessico povero, i personaggi stereotipati, una protagonista insipida e un protagonista vanesio e irritante. Insomma un disastro! Se qualcuno di voi ha letto questo libro e lo ha apprezzato non esiti a scrivermi il suo punto di vista, perché sono comunque interessata a capire le opinioni di coloro a cui il libro invece è piaciuto.


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Come al solito sono piuttosto indecisa, ma probabilmente mi dedicherò ancora ai romanzi gialli con La principessa di ghiaccio di Camilla Lackberg o con Io non ti conosco di S.J. Watson, una nuova uscita della Piemme che mi è stata inviata in ebook dalla casa editrice.


E voi cosa state leggendo in questo momento? Fatemi conoscere le vostre letture e lasciatemi i links ai vostri post dedicati al WWW Wednesdays!

giovedì 24 settembre 2015

IL LIBRO DEL GIORNO # DOG CRAZY DI MEG DONOHUE

Salve a tutti i lettori di passaggio, oggi vi vorrei parlare brevemente di un romanzo che desideravo molto leggere fin da quando ho avuto notizia della pubblicazione qui in Italia e che mi è stato gentilmente inviato dalla Harlequin Mondadori. Si tratta di Dog Crazy di Meg Donohue, un romanzo incentrato sull'amore per i cani e che non poteva non attirarmi con una cover così!

Titolo: Dog Crazy
Autore: Meg Donohue
Editore: Harlequin Mondadori
Traduttore: M. Zonetti
Dati: pp. 284, €14,90.

Protagonista di questo romanzo è Maggie, una giovane psicologa di Filadelfia trasferitasi da alcuni mesi a San Francisco, nell'appartamento in affitto della sua più cara amica e che qui ha avviato la sua nuova attività di assistenza alle persone che affrontano il lutto per la perdita del loro cane.
Nonostante Maggie si dimostri molto capace nel proprio lavoro, lo è molto meno nel risolvere i suoi problemi. Infatti poco dopo il trasloco, lei stessa ha subito la perdita del suo amato Toby, il cane che le era stato accanto per tanti anni e da allora la sua vita non è più la stessa. 
Oltre al riacutizzarsi di alcuni disturbi, come l'ossessione per l'igiene e l'ordine, Maggie ha iniziato a soffrire di attacchi di panico, che si fanno più frequenti e più forti quando si trova fuori dal suo appartamento e per questo non esce più di casa da mesi.
A dare un improvvisa scossa alla sua vita arriva Anya, una giovane dall'aspetto malsano e trascurato, costretta dal fratello Henry a prendere appuntamento con Maggie per affrontare la scomparsa del suo Billy e il primo incontro tra le due non è certo dei migliori, soprattutto perché Anya rifiuta la terapia, convinta che il proprio cane non sia morto, ma sia stato rubato. 
Nonostante la reciproca diffidenza iniziale, Maggie accetta di aiutare Anya nelle sue ricerche e questo comporterà per lei rimettere piede fuori dal cancello di casa dopo mesi e ricominciare ad affrontare la vita con tutto ciò che di spaventoso e di bello questo comporta.
Al di là della vicenda personale che riguarda Maggie, tema portante del romanzo è l'amore per i cani e soprattutto l'importanza che un amico a quattro zampe può avere nella vita di una persona, la forza che può alimentare la presenza di una creatura che ci ama e ci sostiene a suo modo, il vuoto che lascia un amico devoto quando se ne va, la gioia che può trasmettere un cane con il suo amore incondizionato e la sua sola presenza.
Lo stile della Donohue è semplice, non particolarmente accattivante, ma comunque scorrevole e la vicenda si dipana senza intoppi. Unico particolare che mi ha lasciata un po' interdetta è il fatto che una psicologa come Maggie, pur rendendosi perfettamente conto delle proprie difficoltà e avendo conoscenze specifiche in materia dei disturbi da cui è afflitta, non si rivolga ad un collega e non intervenga in modo più tempestivo per cercare di risolvere i suoi problemi, cosa che a mio parere è poco credibile.
In conclusione Dog Crazy è un libro che mi sento di consigliare soprattutto a coloro che amano i cani e gli animali in generale e che ha il suo punto di forza proprio nel messaggio che vuole esprimere, cioè quanto può arricchirsi la vita di ognuno di noi se decidiamo di condividerla, con rispetto e amore, con un amico a quattro zampe.


VOTO: 7-


lunedì 21 settembre 2015

GIVE ME A BISCUIT! BOOK TAG


Bentrovati lettori di passaggio! Torno sul blog dopo alcuni giorni di latitanza con un Tag perfetto per me che amo preparare e mangiare dolci, ovvero il Give me a biscuit! ideato da Ilenia del blog Libri di Cristallo.
I tipi di biscotti a cui abbinare i libri sono diversi quindi parto subito!

Amaretti: un libro che ti ha lasciato l'amaro in bocca per via del finale, di una scena o di un particolare.


Ho scelto Real World di Natsuo Kirino, un romanzo su l'alienazione e la mancanza di valori dei giovani giapponesi e che ha un finale davvero amaro.

Macarons: un libro straniero che ti ha lasciato un buon sapore in bocca (un buon ricordo).


I Macarons mi hanno fatto venire in mente la Francia e quindi ho scelto un romanzo francese, tenero e ironico, Oh, Boy! di Marie-Aude Murail.

Krumiri: un libro italiano difficile da masticare per le sue dimensioni o per la trama.


In questo caso si tratta di un regalo che mi è stato fatto circa un anno fa, ma che ancora non ho letto e che ammetto non attirarmi molto per quel che riguarda la trama. Se avete letto Venuto al mondo di Margaret Mazzantini fatemi sapere come lo avete trovato!

Cookies: un libro con un personaggio che aggiunge più sapore alla storia.


Sei il mio sole anche di notte di Amy Harmon è uno dei pochi romanzi d'amore contemporanei che mi sia piaciuto e certamente il personaggio di Bailey ha arricchito la trama del libro.

Biscotti ripieni: un libro che hai acquistato per il suo aspetto e il cui contenuto ti ha sorpreso (in bene o in male).


Il segreto della libreria sempre aperta di Robin Sloan mi ha attirata per moltissimo tempo, ne avevo sentito parlare moltissimo, ero intrigata dalla trama e la cover mi piace tantissimo, ma ammetto che il romanzo pur essendomi piaciuto, mi ha un pochino delusa, non l'ho trovato misterioso e coinvolgente come mi sarei aspettata.

Befanini: un libro che parla di una festività che hai particolarmente apprezzato.


In questo caso sarò banale, ma devo nominare la saga di Harry Potter perché credo che passare il Natale a Hogwarts sarebbe un sogno per gran parte di noi lettori!

Lingue di gatto: un libro o una serie che hai letto e che fa molto parlare di sé.


Praticamente tutti conoscono i libri di Cassandra Clare e in molti li adorano; io ho deciso di partire dalla trilogia The Infernal Devices, ovvero Le Origini, ma devo ancora leggere l'ultimo capitolo, La Principessa. Per adesso posso dire di aver apprezzato la lettura dei primi due voluti della saga, ma di non esserne rimasta particolarmente colpita.

Biscotti al vino: il seguito di una serie di cui sei assuefatta che stai aspettando da tempo.


Non appena ho terminato la lettura de Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith avrei subito voluto avere tra le mani il secondo volume della serie, Il baco da seta, ma ho deciso di aspettare ad acquistarlo per paura di rimanere in attesa del terzo capitolo troppo a lungo!

Bucaneve: un libro o una serie che quando hai concluso ti ha lasciato un vuoto dentro.


In questo caso i libri sono due, o meglio i racconti, infatti si tratta di Sanditon e I Watson, due romanzi incompiuti di Jane Austen e che inevitabilmente lasciano un senso di vuoto e il dispiacere di non poter leggere quello che la zia Jane avrebbe riservato ai loro personaggi.

Biscotti di pan di zenzero: un libro per bambini/ragazzi che leggeresti a tuo figlio/nipote.


L'ultimo Elfo di Silvana De Mari è un libro per ragazzi che consiglio tantissimo perché parla di diversità, di integrazione e di guerra con un linguaggio adatto sia ai ragazzi che agli adulti.

Le domande sono terminate, fatemi sapere cosa ne pensate delle mie scelte e lasciatemi i links ai vostri blog se deciderete di rispondere anche voi a questo Tag!

domenica 13 settembre 2015

IL LIBRO DEL GIORNO # FORSE UN GIORNO DI COLEEN HOOVER

Bentrovati lettori di passaggio, oggi approfitto di un po' di tempo a disposizione per parlarvi brevemente di una lettura recente.
Come vi avevo preannunciato, si tratta di Forse un giorno di Coleen Hoover, il primo romanzo che leggo di questa autrice molto famosa e di cui ultimamente si parla molto. Posso già dirvi che questo mio primo approccio alla Hoover è andato bene, Forse un giorno è una lettura romantica e fresca, non un capolavoro, ma una storia che si lascia leggere piacevolmente.


Autore: Coleen Hoover
Editore: Leggereditore
Traduttore: L. Liucci
Dati: pp. 358,  €9,90.

Protagonisti della storia, narrata attraverso il doppio punto di vista, sono Sydney e Ridge.
Sydney è una studentessa universitaria di 22 anni appassionata di musica, che condivide l'appartamento con la sua migliore amica Tori e ha una solida relazione con il suo fidanzato Hunter.
Quando inaspettatamente si ritrova a perdere in un colpo solo la casa, il lavoro, l'amica e il fidanzato, accetta l'ospitalità di un vicino di casa che ogni sera suona la chitarra sul balcone.
Ridge infatti compone le canzoni del gruppo che ha fondato insieme al fratello minore e ha un vero talento nel suonare la chitarra, talento reso ancora più evidente dal fatto che Ridge è sordo dalla nascita e vive e percepisce la musica in un modo del tutto personale.
In cambio dell'ospitalità Sydney aiuterà Ridge a scrivere i testi delle sue nuove canzoni, così, nonostante i due si conoscano ancora poco e debbano comunicare attraverso messaggi e chat, cominciano a passare molto tempo insieme riversando la loro personalità e i loro sentimenti nelle parole delle canzoni. In breve sarà evidente che c'è qualcosa che unisce Sydney e Ridge e che va molto al di là di una semplice attrazione fisica, infatti i due ragazzi si capiscono e si completano in un incastro perfetto e tra loro esiste una naturale intesa che li spinge l'una verso l'altro. Sebbene entrambi sentano che tra loro potrebbe nascere qualcosa di davvero speciale, sono entrambi costretti a tirarsi indietro, Sydney infatti non si sente pronta per una nuova relazione dopo il disastro vissuto con Hunter, ma soprattutto Ridge cerca con ogni mezzo di combattere i sentimenti nascenti che prova per Sydney perché ha già una ragazza, una ragazza splendida e in gamba con cui ha un solido rapporto ormai da cinque anni. L'intero romanzo si svolge per lo più all'interno dell'appartamento che i ragazzi condividono con altri due personaggi, il migliore amico di Ridge e un'altra ragazza di poche parole e dal brutto carattere, quindi non c'è molta azione, mentre larga parte della narrazione è incentrata sui sentimenti dei due protagonisti, sui loro desideri, i sensi di colpa. Le parti migliori secondo me sono proprio quelle che vedono i due protagonisti comporre musica insieme e che mostrano non solo il rapido avvicinamento tra i due, ma soprattutto la passione per la musica e l'importanza che ha nella vita di entrambi.
Il doppio punto di vista mi è sembrato ben gestito, non ci sono inutili ripetizioni di scene già viste, ma analisi di sentimenti e sensazioni vissute da entrambi che permettono di conoscere meglio la personalità dei due ragazzi e la battaglia interiore che entrambi vivono.
Anche il personaggio di Maggie, la fidanzata di Ridge è stato trattato nel modo giusto: quando durante la lettura ho scoperto la storia del rapporto tra i due, ho temuto che l'autrice desse una svolta tragica al romanzo che sarebbe sfociata quasi senza dubbio in qualcosa di patetico e invece ha risolto la questione in modo delicato e razionale.
Un altro punto a favore del romanzo è sicuramente il personaggio di Ridge: in genere non sono il tipo di lettrice che rimane affascinata dai protagonisti dei romanzi sospirando di trovarne l'incarnazione nella vita reale e di certo non è successo neppure stavolta, ma rendo merito all'autrice di aver finalmente creato un personaggio maschile positivo, un bravo ragazzo, non perfetto, ma gentile e leale e non il solito "bello e bastardo" o "bello e tormentato" di cui sono pieni oggigiorno i romanzi e che francamente a me hanno davvero stufato.
Due invece sono le note negative che ho riscontrato nel libro, la prima delle quali riguarda proprio Ridge, a cui l'autrice attribuisce una famiglia disastrata e un passato doloroso che secondo me sono del tutto superflui, una captatio benevolentiae inutile in quanto il personaggio di Ridge si sarebbe fatto amare comunque, anche senza ricorrere alla carta abusata dell'infanzia difficile.
Il secondo appunto che mi sento di fare riguarda soprattutto l'ultima parte del romanzo in cui, secondo me, l'autrice si è dilungata un po' troppo nell'analizzare i sentimenti dei protagonisti ripetendo concetti già chiari e appesantendo così la narrazione.
In conclusione Forse un giorno è stata una buona lettura, una storia d'amore dedicata ai giovani lettori, ma che può colpire per la sua delicatezza anche i lettori adulti e che di certo piacerà agli animi più romantici.

VOTO: 7


giovedì 10 settembre 2015

Novità in Libreria # 12


Bentrovati lettori di passaggio, oggi torna la rubrica Novità in Libreria a distanza di pochi giorni dall'ultimo post riguardante le nuove pubblicazioni interessanti, perché questo mese è davvero pieno di novità letterarie da non perdere e, tra le segnalazioni da parte delle case editrici e gli avvistamenti fatti in giro per il web, non ho potuto esimermi dal mostrarvi qualche altro libro da tenere d'occhio!

Cominciamo con Io non ti conosco di S.J. Watson, autore di un altro romanzo di cui si è parlato molto, Non ti addormentare, anch'esso edito Piemme. Anche in questo caso si tratta di un thriller, un genere che mi piace molto e che si adatta alla perfezione ai prossimi mesi e ad eventuali serate piovose passate in poltrona bevendo un tè.


Titolo: Io non ti conosco
Autore: S.J. Watson
Editore: Piemme
Dati: data di pubblicazione 05/09/2015, pp. 447, € 19,90.

Trama: Da quando sua sorella Kate è morta, aggredita a Parigi da uno sconosciuto, la vita di Julia Plummer non è più la stessa: la stabilità che si era conquistata è in pericolo, e lei sente il richiamo del suo vecchio insidioso nemico, l'alcol. L'unica persona con cui Julia può parlare di Kate è Anna, la coinquilina di Parigi, la persona che forse conosceva Kate meglio di tutti. E lei a confidarle una cosa che nessuno sa: Kate si divertiva a vivere mille vite. Andava on-line fingendosi una persona diversa ogni volta, conosceva uomini, li incontrava. Così, Julia non resiste alla tentazione e, usando le credenziali della sorella, decide di provarci anche lei, e vivere per una volta la vita, almeno quella virtuale, di Kate, per capire cosa può esserle successo. E così che, protetta dal nome falso di Jayne, Julia contatta Lukas, uno degli ultimi amanti di sua sorella. All'inizio, lo tratta con sospetto, poi pian piano tra i due nasce qualcosa che Julia scambia per amore. Finché, quando Lukas comincia a cambiare, Julia sarà costretta a domandarsi se le mani che adesso la toccano, con dolcezza ma anche con violenza, non siano le stesse che hanno fatto del male a sua sorella...

Di tutt'altro genere è una prossima uscita Harlequin Mondadori, Talon un romanzo sui draghi dell'autrice Julie Kagawa.


Titolo: Talon
Autore: Julie Kagawa
Editore: Harlequin Mondadori
Dati: data di pubblicazione 06/10/2015, €14,90.

Trama:  Ci fu un tempo in cui i draghi furono cacciati fino quasi all'estinzione dai cavalieri dell'Ordine di San Giorgio. Da allora, nascosti sotto sembianze umane, i draghi di Talon sopravvissuti al massacro si sono moltiplicati e hanno acquisito maggiore forza e astuzia nel corso dei secoli: non manca molto a quando saranno pronti a diventare i padroni del mondo, senza che gli esseri umani nemmeno se lo immaginino. Ember e Dante Hill sono gli unici esemplari di draghi fratello e sorella, addestrati per infiltrarsi nella società degli uomini. Ember non vede l'ora di vivere come una teenager qualunque e godersi quell'unica estate di libertà che le sarà concessa, prima di ricoprire il ruolo a lei destinato dentro il regno di Talon. Ma l'Ordine è sulle loro tracce per terminare quanto non era stato fatto nel passato: annientarli tutti. Il cacciatore di draghi Garret Xavier Sebastian, però, non può uccidere, a meno che non sia sicuro di aver trovato la propria preda. E niente è certo quando si tratta di Ember Hill. 

Per quanto riguarda invece la narrativa per ragazzi vi segnalo Il cavaliere di luce. Hania di Silvana De Mari, autrice della saga de L'ultimo Elfo.


Titolo: Il cavaliere di luce. Hania
Autore: Silvana De Mari
Editore: Giunti
Dati: data di pubblicazione 30/09/2015, pp. 256, €12,50.

Trama: L'oscuro signore decide di dannare l'umanità e concepisce un figlio nel ventre di una donna: ma è una trappola. Infatti, qualsiasi cosa gli uomini faranno per opporsi al maleficio li dannerà, perché, se lo assassineranno, nell'uccidere un bambino perderanno l'anima, se gli permetteranno di crescere, ne subiranno i malefici. Solo Haxen, la donna prescelta dal signore oscuro per concepire la sua demoniaca discendenza, figlia di re e cresciuta con i valori della cavalleria tramandati dal padre attraverso la narrazione delle gesta del cavaliere di luce, capisce l'inganno e decide di risparmiare e proteggere il bambino, che scoprirà essere una femmina. La proteggerà dalla vendetta degli uomini, e difenderà gli uomini dal suo potere oscuro, portandola lontano, nel deserto. La bambina, Hania, è una creatura che non sorride mai, non parla, e di cui la stessa madre ha inizialmente paura. Per metà, però, quella bambina è umana. E alla fine la bambina sceglie. Chiunque può fare la scelta giusta, qualsiasi cosa ci sia nella sua storia. 

Infine vi segnalo un libro che mi ha colpito molto per la trama e per l'ambientazione, L'altra Praga di Michal Ajvaz.


Titolo: L'altra Praga
Autore: Michal Ajvaz
Editore: Atmosphere
Dati: data di pubblicazione 09/09/2015, pp. 160, €14.

Trama: In una Praga invernale coperta di neve, un uomo ancora giovane si trova all'interno della libreria antiquaria di via Karlova, uno dei tanti luoghi citati nel libro che oggi non esistono più. Si imbatte in uno strano volume dalla copertina viola scritto in misteriosi caratteri che non sembrano appartenere a nessuna lingua conosciuta. Nonostante il libro abbia un aspetto inquietante e dalle strane lettere spiri un che di minaccioso, il protagonista non resiste alla curiosità e lo compra. Un ricercatore gli rivela che il volume poteva metterlo in contatto con altri mondi, con realtà parallele non percepite nella vita normale. Il protagonista ha sete di svelare il mistero; comincia a cercare tracce e indizi che lo porteranno in un viaggio avventuroso e affascinante in una Praga parallela complementare a quella reale, tra statue del Ponte Carlo che ospitano piccoli alci a uno strano tram verde che conduce nella città parallela fino alla sanguinaria festa dei pesci sulla piazza della Città Vecchia. Conosce una ragazza, Klara, che lo aiuterà a penetrare i segreti dell'altra città.

Siete anche voi interessati a qualcuno di questi libri? Fatemi sapere cosa avete aggiunto alle vostre wish list in quest'ultimo periodo!

mercoledì 9 settembre 2015

WWW Wednesdays # 19


Bentrovati lettori di passaggio, come quasi tutti i mercoledì torna la rubrica WWW Wednesdays, quindi, se volete, date un'occhiata alle mie letture di questo periodo.

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Ho appena iniziato un libro di un giovane autore di cui ho letto spesso ultimamente in giro per i blog letterari, Chelsea & James di Roberto Giuseppe Cozzo. Ero molto curiosa di leggere questo romanzo e benché sia ancora all'inizio, sono già stata colpita piacevolmente dallo stile dell'autore, semplice ma curato. Inoltre sto terminando la lettura di Dog Crazy di Emma Donohue di cui vi parlerò prossimamente in un apposito post.


2) Che cosa hai appena finito di leggere?

In questi ultimi giorni ho terminato il mio primo libro di Coleen Hoover, Forse un giorno, di cui vi parlerò più ampiamente nel post sulle letture del mese e che mi è piaciuto perché ho trovato sia stata una lettura fresca e romantica, ma comunque con qualche difetto.
Poi ho letto Vanessa e Virginia di Susan Sellers che è stata una lettura molto soddisfacente, sia per i contenuti che per lo stile dell'autrice, che mi ha davvero conquistata, tuttavia non si tratta di una lettura semplicissima quindi mi riservo di parlarne con più calma in un apposito post.


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Sicuramente leggerò una nuova uscita che mi incuriosisce tantissimo e con una trama onirica e affascinante, Hugo e Rose di Bridget Foley, un romanzo edito E/O che uscirà domani in libreria. Quando mi è stata notificata l'imminente pubblicazione infatti mi sono armata di faccia tosta e ho chiesto alla casa editrice di poterlo leggere e recensire per il blog e sono stata accontentata, quindi ringrazio ancora la E/O e non vedo l'ora di immergermi in questa lettura!


Come vanno invece le vostre letture? Fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri e cosa ne pensate e non dimenticate di lasciarmi i links ai vostri post WWW Wednesdays!

martedì 1 settembre 2015

LETTURE D'AUTUNNO

Buon Primo Settembre lettori di passaggio! Qui da me fa ancora un gran caldo, ma l'autunno è alle porte e come ogni anno in questo periodo sento aria di rinnovamento.
In un certo senso il ritorno al lavoro e l'inizio di un nuovo anno scolastico segnano una specie di capodanno supplementare e ispirano buoni propositi anche a quelli come me che non possono annoverare la costanza tra le loro qualità. Come sapete non sono per niente adatta alle sfide letterarie, non riesco a programmare le letture con largo anticipo o a soddisfare obiettivi prestabiliti, infatti l'unica Reading Challenge a cui abbia partecipato, La Summer reading Challenge che si è conclusa proprio ieri 31 agosto, per quanto mi riguarda è fallita miseramente, ma questo non mi crea particolari problemi perché ho scelto di deviare dalla tbr prevista scegliendo altre letture che mi attiravano di più sul momento ed ho comunque letto un buon numero di libri che mi hanno in buona parte soddisfatta.
Tuttavia ho deciso di stilare una breve lista di letture che ci terrei molto a fare durante i prossimi mesi autunnali e sebbene non sia certa di leggere tutti i volumi in questione, mentre sicuramente farò anche altre letture che sceglierò via via, mi fa piacere mostrarvi questa sorta di TBR dell'Autunno 2015 e i libri che cercherò di leggere nei mesi di Settembre, Ottobre e Novembre prossimi.

1) Il primo libro che vi mostro è sui miei scaffali da qualche mese ormai e mi sta chiamando sempre più forte, Dio di illusioni di Donna Tartt. In genere sono molto attratta da trame di questo tipo e avendo sentito in giro molte buone opinioni sono ottimista riguardo a questa lettura.


2) Passiamo ora ad una classico, Eugénie Grandet di Balzac. Nonostante i classici mi piacciano molto, ultimamente ne ho letti davvero pochi e mi sono data alla sperimentazione, non sempre riuscita, di nuovi generi letterari o comunque di generi che leggo raramente e questo è andato un po' a discapito di altre letture soprattutto dei classici, ma ci tengo molto a leggere qualcos'altro di questo autore.


3) Da parecchio tempo sento il bisogno di rimediare ad una lacuna grossa lacuna letteraria in fatto di Fantasy, infatti non ho ancora letto nulla di Tolkien e ho deciso di iniziare da Lo Hobbit che ho mi sono procurata in questa bella edizione illustrata.


4) Un altro autore di cui ho letto qualcosa, ma che voglio assolutamente approfondire è John Steibeck di cui ho acquistato uno dei romanzi più famosi, Furore.


5) Da alcuni giorni ho terminato un libro che mi è piaciuto moltissimo, Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith (immagino che lo sappiate tutti che si tratta di J.K. Rowling!) e mi ha lasciato la voglia di immergermi in un altro romanzo giallo, così in attesa di accaparrarmi Il baco da seta, ho pensato di recuperare un altro primo volume di una serie thriller molto famosa, La principessa di ghiaccio di Camilla Lackberg, che ho trovato in edicola ad un prezzo decisamente vantaggioso.


6) Passiamo ora ad un libro di una casa editrice che adoro, ovvero la Astoria, Donne eccellenti di Barbara Pym e anche in questo caso si tratta di un'autrice di cui mi era piaciuto molto lo stile di scrittura, pulito ed ironico e di cui sto cercando di recuperare tutti i romanzi a disposizione.


7) Per quanto riguarda la narrativa per ragazzi ho un libro che mi guarda storto dalla libreria da quasi un anno e che avevo comprato convinta di leggerlo in occasione dello scorso Halloween e che invece ancora devo leggere, La casa per bambini speciali di Miss Peregrine di Ransom Riggs.


8) Passiamo ora ad una autrice italiana con Miserere di Marina Marazza, un romanzo che mi ha attratta per la trama e l'ambientazione, ma di cui ho sentito davvero poco e dal quale non so bene cosa aspettarmi.


9) Cambiamo completamente genere con un libro che però ha una trama altrettanto interessante e che ho deciso di "conservare" per il momento adatto, in quanto ne ho sentito meraviglie, Lo straordinario mondo di Ava Lavender di Leslye Walton.


10) Infine concludiamo questa sorta di Tbr con un altro libro che ho il libreria da tempo immemore e che voglio assolutamente leggere nonostante abbia suscitato pareri contrastanti, Il seggio vacante di J. K. Rowling.


Devo dire che la mia libreria è piena di libri interessanti in attesa di essere letti e spero davvero di non farli aspettare ancora troppo! Fatemi sapere cosa pensate di questa Tbr d'autunno, se avete letto questi libri e come li avete trovati e se anche voi avete in mente una lista di prossime letture o una qualche sfida letteraria in cui cimentarvi nei prossimi mesi!