mercoledì 30 dicembre 2015

WWW Wednesdays # 26


Ben ritrovati lettori di passaggio, torno dopo qualche giorno di assenza, passato a digerire i pranzi e le cene delle feste, con l'ultimo appuntamento di questo 2015 con la rubrica WWW Wednesdays.

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Attualmente sto leggendo un breve romanzo di una autrice italiana edito da  Atmosphere Libri, Tutto panna Chantilly di Erika Gallini. Non sapevo nulla riguardo alla trama prima di iniziarlo e ammetto che mi ero immaginata qualcosa di completamente diverso. Non sono ancora in grado di dare un giudizio su questa lettura, ma per il momento ne ho un'opinione abbastanza positiva.


2) Che cosa hai appena finito di leggere?

In questi giorni di festa ho terminato due letture molto soddisfacenti, entrambe pensate per i giovani lettori, ma che possono essere apprezzate veramente ad ogni età ed entrambe edite Giunti, Wonder di R.J. Palacio e Nodi al pettine di Marie-Aude Murail. Il primo è un romanzo di cui si è parlato moltissimo sui blog e la storia che racconta, quella di August, della sua famiglia e dei suoi amici, ha conquistato anche me facendomi persino commuovere in un paio di punti (si, proprio io, "Miss Cuore di pietra"!); il secondo invece è un romanzo di una autrice che amo molto, della quale ho parlato fino alla nausea qui sul blog e che non mi ha delusa nemmeno questa volta.


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Al momento non ho un'idea precisa di quale sarà la mia prossima lettura che probabilmente coinciderà con la prima lettura del 2016, ma è da un bel po' che non mi avventuro in una bella storia Fantasy, quindi tra le possibilità più concrete per le mie prossime letture ci sono La spada di Shannara, primo volume della prima trilogia di Terry Brooks dedicata a Shannara che avevo recuperato scontatissimo mesi fa nel cofanetto contenente la trilogia completa e Lo Hobbitt di J.R.R. Tolkien che, vergognosamente, non ha ancora mai letto.


Questo appuntamento con la rubrica WWW Wednesdays si conclude qui, quindi adesso tocca a voi lettori di passaggio farmi sapere quali sono le letture che vi stanno tenendo compagnia in questi ultimi giorni dell'anno. Al prossimo post!



lunedì 21 dicembre 2015

IN MY MAILBOX



Buon pomeriggio lettori di passaggio, Natale si avvicina inesorabilmente e in questo periodo anche le librerie si riempiono di gente a caccia di regali. Io invece difficilmente ricevo libri in regalo, sarà che ne ho talmente tanti da rendere difficile la scelta, quindi quest'anno ho deciso di giocare d'anticipo e di approfittare di sconti e punti per farmi alcuni auto regali. Come di consueto vi mostro anche alcuni prestiti e recuperi in formato ebook e spero davvero che mi facciate sapere cosa ne pensate e se avete letto qualcuno di questi volumi così da avere qualche spunto su cosa cimentarmi con l'inizio del nuovo anno. Cominciando con i volumi cartacei, oltre ad accaparrarmi l'edizione illustrata di Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling e Jim Key e Silver. L'ultimo segreto di Kerstin Gier, ho approfittato di alcune promozioni sul sito Mondadori Store per prendere altri tre volumi tutti con uno sconto al 35% al 55%.
La mia scelta è ricaduta su La casa di Araucaìma di Alvaro Mutis, un romanzo edito Adelphi che viene descritto come una storia gotica ambientata ai Caraibi, Patricia Brent, zitella di Herbert G. Jenkins, una commedia inglese ambientata all'inizio del '900 e infine Profumo di cioccolato di Kathryn Littelwood, il primo volume di una trilogia per ragazzi che unisce magia e pasticceria.
Inoltre ho aggiunto al carrello un libro che volevo prendere da anni, La donna in bianco di Wilkie Collins nella nuova edizione Newton Compton a 4€ e 90.


Unico vero e proprio regalo è invece Il Dio della colpa, il nuovo romanzo di  Michael Connelly, un omaggio che la casa editrice Piemme ha fatto ai bloggers con cui collabora e che è stata davvero una gradita sorpresa.


Per quanto riguarda gli ebooks invece, ho approfittato dei prezzi molto contenuti per prendere un thriller, Una famiglia quasi perfetta di Jane Shemilt e un volume per ragazzi, Hania. Il regno delle tigri bianche, prequel del primo volume della nuova serie fantasy di Silvana De Mari.


In conclusione vi mostro due prestiti molto interessanti da parte di mia cugina, Wonder di R. J. Palacio, un libro che immagino conosciate tutti e che io non avevo ancora avuto modo di leggere e Sonno di Haruki Murakami che mi ha attirata soprattutto per le illustrazioni, ma che visto il prezzo non avrei comprato. Inoltre mia zia mi ha prestato il primo volume di una serie di romanzi gialli che usciva per Mondadori anni fa e che non si trova più in commercio, ma che mi incuriosisce molto, Il gatto che leggeva alla rovescia di Lilian Jackson Braun.

Questa carrellata interminabile di libri è conclusa e non mi resta che assicurarmi che i miei scricchiolanti scaffali non cedano. Buone letture!



martedì 15 dicembre 2015

Santa Claus Book Tag


Ben trovati lettori di passaggio, questa sera approfitto di un po' di tempo per rispondere alle domande di un Tag perfettamente in tema con il periodo, il Santa Claus Book Tag.
Il mio spirito natalizio per quest'anno non è ancora emerso, anzi per adesso giace inerte sotto una pila di altri pensieri e incombenze, ma mi sono impegnata ugualmente a cercare libri adatti da consigliarvi e ringrazio Ire del blog Fantasyfordreaming per avermi taggata.

CIOCCOLATA CALDA
Coccole: un libro che ti sei concessa o di cui avevi bisogno.


La mia attuale lettura è proprio il libro che mi sono autoregalata e a cui non ho potuto resistere nonostante il prezzo elevato, Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling nella edizione illustrata da Jim Kay.

ALBERO DI NATALE
Gli addobbi non possono mancare: un libro che devi assolutamente avere nella tua libreria.


Sono anni che ho La donna in bianco di Wilkie Collins in cima alla mia lista desideri letteraria, ma l'unica edizione in commercio era quella della Fazi che oltre ad essere di non facile reperibilità è anche piuttosto costosa per trattarsi di un classico, quindi quando è uscita questa edizione dei Minimammut a 4 euro e 90 l'ho subito inserita nel mio prossimo ordine di libri.

BABBO NATALE
La mattina di Natale: il libro più bello che ti è stato regalato.


In questo caso è stato davvero difficilissimo dare una risposta perché negli anni mi sono stati regalati molti libri che ho amato e non volevo ripetermi citando libri che nomino spesso qui sul blog quindi ho scelto  Ragazzo negro di Richard Wright, uno di quei romanzi letti tanti anni fa e a cui sono rimasta più affezionata.

LUCI COLORATE
Il sorriso non manca: un libro che infonde allegria.


La saga di Percy Jackson & gli Dei dell'Olimpo di Rick Riordan è una di quelle letture leggere che ha saputo mettermi di buon umore con ogni suo volume, soprattutto con i titoli ironici e assurdi che l'autore sceglie per i capitoli di ogni romanzo.

REGALI
Fiocchetti e carte colorate: quale libro regaleresti?


Domanda difficilissima perché quando si decide di regalare un libro si devono tenere in conto molteplici fattori, primo fra tutti il gusto personale del lettore destinatario, ma tanto per dare un suggerimento ho scelto La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selzick, un romanzo narrato attraverso parole e immagini magnificamente illustrate il cui fascino può conquistare sia gli adulti che i ragazzi.

PRANZO DI NATALE
Siamo tutti riuniti: una famiglia di una storia che ti è rimasta nel cuore.


Vi assicuro che ci ho provato a non ripetermi, ma non posso non menzionare la famiglia March e quindi Piccole donne di Louisa May Alcott.

BISCOTTI
Una pagina tira l'altra: un libro cui è stato impossibile staccarsi.


Una lettura avvincente dello scorso anno è stato senza dubbio L'amore bugiardo di Gillian Flynn.

FIOCCHI DI NEVE
Il paesaggio si trasforma: un libro in cui hai sentito la magia.


Una lettura per ragazzi perfetta per Natale e piena di magia è senz'altro Fruscio di streghe di Anna Dale.

GHIRLANDA
Decoriamo! Un libro ricco di colori e bellezza.


Anche in questo caso vi propongo un libro che nominato all'infinito qui sul blog, ma Miss Charity di Marie-Aude Murail è un romanzo che ha davvero le caratteristiche richieste perché è un romanzo di formazione, una storia d'amore, un racconto pieno di fantasia di coraggio e di colori.

INVERNO
Guanti e sciarpa: un libro con una trama invernale.


Non poteva mancare un romanzo della mi amata Agatha Christie in questa carrellata e quindi ho scelto Il Natale di Poirot.

Il Tag è terminato e per questa volta non ho intenzione di taggare nessuno in modo specifico, ma siete tutti invitati a rispondere alle domande e a farmi sapere cosa ne pensate delle mie scelte e se avete letto qualcuno di questi libri.
Al prossimo post!


mercoledì 9 dicembre 2015

WWW Wednesdays # 25


Buon mercoledì lettori di passaggio, oggi vi aggiorno sullo stato, non troppo esaltante a dire il vero, delle mie letture con la consueta rubrica WWW Wednesdays.

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Accantonato momentaneamente La Principessa di ghiaccio della Lackberg perché in questo periodo non sono in vena di gialli, ho iniziato La perfida madrina, un romanzo di M. C. Beaton, autrice della serie dedicata ad Agatha Raisin. Il romanzo in questione però fa parte di una'altra serie, cioè quella ambientata a Londra in epoca Regency al numero 67 di Clarges Street. Protagonisti fissi della serie sono oltre alla casa stessa, i domestici che vi lavorano e che ogni anno, durante la Stagione, hanno a che fare con nuovi affittuari e con le loro vicissitudini.


2) Che cosa hai appena finito di leggere?

In questo caso non c'è nulla di nuovo e l'ultimo romanzo letto in ordine di tempo rimane L'allieva di Alessia Gazzola di cui vi ho parlato anche nel precedente post: http://libraiainsoffitta.blogspot.it/2015/12/libri-del-mese-tre-tonalita-di-rosa.html


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Non vedo l'ora di iniziare la lettura, o forse dovrei dire rilettura, di Harry Potter e la pietra filosofale di J. K. Rowling nell'edizione illustrata da Jim Kay. Ho approfittato dei punti che avevo nella tessera Mondadori e l'ho preso senza rimorsi nonostante il prezzo e devo dire che non me ne sono affatto pentita. Inoltre sono curiosa di provare la nuova traduzione visto che le mie innumerevoli riletture sono state fatte tutte nell'altra, quindi spero sarà una vera e propria nuova esperienza di lettura.


Come stanno andando le vostre letture di dicembre? Qualche acquisto interessante in anticipo sul Natale? Fatemi sapere e lasciatemi i link ai vostri post del WWW Wednesdays.

mercoledì 2 dicembre 2015

LIBRI DEL MESE # Tre tonalità di rosa

Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi è mercoledì, ma invece della consueta rubrica WWW Wednesdays ho pensato di proporvi un post dedicato ad alcune delle mie ultime letture, tre romanzi molto diversi fra loro, ma accomunati dal fatto di essere tre letture che potremmo definire molto femminili. Mi è sembrato interessante notare quante sfumature differenti si possano trovare nel generico insieme dei romanzi rosa, dove con questa definizione non si intende nello specifico la narrativa romance, ma tutta una serie di romanzi con protagoniste femminili che si muovono in ambienti e con finalità diverse e che raccontano vite e vicissitudini di donne rivolgendosi ad un pubblico principalmente femminile.
Iniziamo parlando di Amori non molto corrisposti di Barbara Pym, autrice inglese molto nota negli anni '50 e poi dimenticata per un lungo periodo e infine riscoperta qualche decina di anni dopo.


Autore: Barbara Pym
Editore: Astoria
Curatore: B. Mora
Dati: pp. 254, €17 cartaceo, €8,99 ebook.

La protagonista di questa storia è Dulcie, una donna semplice che lavora come compilatrice di indici e correttrice di bozze e vive da sola nella grande casa lasciatale dai genitori. Nonostante sia ancora giovane, dopo la rottura del fidanzamento con il volubile Maurice, Dulcie si sente già avviata verso un'esistenza da zitella e non si cura più di tanto né del suo aspetto né di coltivare relazioni sociali.
Durante un convegno sui mestieri dell'editoria fa la conoscenza di Viola, un'altra giovane donna indipendente e piuttosto eccentrica ai suoi occhi, innamorata del famoso studioso Alwyn Forbes, uno degli oratori ospiti del congresso. Anche Dulcie non può fare ameno di rimanere affascinata da quest'uomo bello e dall'allure intellettuale, nonostante la sua fama di marito fedifrago. 
Così una volta tornata a casa Dulcie inizia una sua personale indagine sulla vita di Alwyn e coinvolgerà anche Viola nelle sue ricerche, ma mentre quest'ultima perde sempre più l'interesse che nutriva per lui, il sentimento di Dulcie si trasforma da semplice infatuazione in un vero e proprio innamoramento. Peccato che Alwyn, in piena crisi di mezza età e fresco di separazione dalla moglie, si sia invaghito della giovanissima nipote di Dulcie.
Così tra un appostamento e un incontro casuale le vite dei personaggi si incrociano in diversi modi e scenari e i sentimenti degli uni per gli altri si accavallano e si ingarbugliano.
L'autrice è brava nell'orchestrare con grazia e ironia questa commedia degli equivoci e nel ritrarre i suoi personaggi sottolineandone le debolezze. Dulcie ci appare inizialmente come una donna un po' incolore, ma dotata di, forse troppa, curiosità e di uno spirito d'iniziativa insospettabile, mentre Alwyn si comporta  per tutta la durata del romanzo in modo assolutamente egoista, dimostrando vanità e d egocentrismo; tuttavia anche gli altri personaggi non sono da meno tanto che alla fine del romanzo non si può fare a meno di sorridere di certi difetti piuttosto che rimanerne indignati.
Il punto di forza del romanzo è sicuramente lo stile piacevolissimo dell'autrice, mentre ho trovato che la trama, seppur ben congegnata, non avesse realmente molto da dire. In sostanza ho trovato l'idea di fondo un po' troppo debole per rendere completamente apprezzabile il romanzo.

VOTO: 7-


Il secondo romanzo di cui vorrei parlarvi appartiene più nello specifico al genere Chick lit e mi è stato gentilmente inviato dall'autrice Chiara Santoianni, curatrice della collana "A cuor leggero" edita da Edizioni CentoAutori.


Autore: Chiara Santoianni
Editore: Edizioni CentoAutori
Dati: pp. 150, €7,50.

Protagonista del romanzo è Penelope, una giovane italiana trasferitasi da sei anni a Londra per studiare medicina insieme all'amica Gelsomina. In realtà però il suo sogno è diventare una scrittrice affermata e per questo ha lasciato l'università e si guadagna da vivere come barwoman in attesa di vedere finalmente i suoi lavori pubblicati. Quando però i genitori e la sorella informano Penny di essere in procinto di venie a Londra per assistere alla sua laurea, la sua vita finisce nel caos perché la ragazza si trova a d affrontare tutte insieme le bugie che ha accumulato negli anni ai danni della sua famiglia rimasta a Sorrento. Infatti, non solo non ha mai detto ai genitori di aver lasciato gli studi, ma ha anche fatto loro credere di essere felicemente e castamente fidanzata con un medico intenzionato a sposarla. L'unica possibilità per Penelope di uscire indenne da questa visita sembra quella di mettere su una elaborata messinscena in cui lei dovrà impersonare il ruolo della figlia perfetta, ma per la buona riuscita dell'impresa occorrerà tutta l'astuzia e la disponibilità delle sue migliori amiche Olivia e Gelsomina, un appartamento rimesso a nuovo e un finto fidanzato addestrato a dovere.
Inutile dire che nonostante gli sforzi non tutto è destinato ad andare per il verso giusto.
In questo caso più che sui sentimenti il romanzo si incentra sugli imprevisti e sulle situazioni comiche che le tre amiche si trovano ad affrontare per mettere in atto il loro piano e l'autrice ha utilizzato una buona dose di ironia e sarcasmo.
Inaspettatamente il personaggio che ho preferito è quello che sulla carta avrei pensato di non sopportare, ovvero Olivia, l'amica inglese ricca e un po' svampita che divide l'appartamento con le due ragazze italiane, mentre della protagonista ho apprezzato il lato un po' goffo tipico delle protagoniste dei Chick lit, ma non ho apprezzato quel velo di sufficienza con cui sembra trattare la famiglia e soprattutto il fatto che, nonostante si sia messa da sola in quella situazione e i suoi amici si facciano in quattro per aiutarla, trovi sempre qualcosa di cui lamentarsi.
Inoltre, dopo aver paventato per tutto il romanzo, l'ipotetica reazione dei genitori di fronte alla reale vita della figlia, avrei voluto vedere una reazione un po' più energica da parte loro, mentre invece mi è sembrato che tutto si risolvesse troppo facilmente.
La lettura è stata comunque piacevole e mi ha intrattenuta durante un paio di giorni di febbre, quindi non posso che ringraziare ulteriormente l'autrice.

VOTO: 7-

Ultimo libro di cui vi parlerò brevemente è invece ambientato nel mondo della medicina legale e unisce quindi l'ironia e le venature rosa del Chick lit con gli scenari e le dinamiche del romanzo giallo.


Titolo: L'allieva
Autore: Alessia Gazzola
Editore: Edizioni Tea
Dati: pp. 347, €12.

Alice Allevi è una specializzanda in medicina legale che ama il suo lavoro, ma che spesso sente di non essere ricambiata, infatti ogni giorno viene redarguita e bistrattata dai suoi superiori dell'Istituto che le rimproverano di essere eccessivamente sbadata e a volte goffa. E Alice è davvero così e nonostante la passione e gli sforzi a volte non può fare ameno di combinare qualche disastro.
Una sera però il suo collega e mentore Claudio, la porta con sé sulla scena di un delitto e lì Alice scopre che il cadavere rinvenuto è quella di Giulia, una giovane e bellissima ragazza incontrata per caso qualche giorno prima. Turbata dalla triste coincidenza e affascinata dalla famiglia di Giulia, in particolar modo dalla sorella di lei, Bianca, Alice si lascia coinvolgere sempre più dal mistero che avvolge quella morte e cerca con ogni mezzo di dimostrare che si è trattato di un delitto, anche a costo di inimicarsi superiori e colleghi e di infrangere la legge.
Mentre la vita lavorativa di Alice si complica inesorabilmente, la vita privata popolata da amiche fidate si arricchisce della conoscenza con Arthur, giornalista bello e giramondo che in breve conquista un posto speciale nel suo cuore, nonostante l'attrazione che Alice prova per il brillante e arrogante Claudio. La trama gialla è piuttosto semplice e non è difficile fin dalla metà del romanzo individuare di chi diffidare per quanto riguarda la risoluzione del delitto, inoltre il finale sotto questo aspetto non è stato del tutto soddisfacente, tuttavia ho letto questo libro con piacere, gustandomi le vicende tragicomiche della protagonista e apprezzando i risvolti più romantici della storia. Non nego che a volte ho trovato Alice un po' petulante e un po' troppo pronta a ficcarsi continuamente in guai sempre più grandi per poi piangersi addosso, ma ne ho apprezzato anche l'intraprendenza. Inizialmente nutrivo dei dubbi riguardo questa lettura, anche per come era stata presentata con tanto di paragoni probabilmente fuori luogo, ma letto per quello che è in realtà, un romanzo leggero, una commedia che mescola ironia, sentimento e un pizzico di giallo, io l'ho trovato assolutamente gradevole.
VOTO: 7

Concludo qui con i miei sproloqui pseudo letterari e vi chiedo di farmi sapere se avete letto questi libri e quali sono le vostri opinioni a riguardo.
Come sempre per opinioni, domande o consigli non avete da fare altro che lasciare un messaggio qui sotto. Alla prossima!