lunedì 1 febbraio 2016

IL LIBRO DEL GIORNO # La Piuma di Giorgio Faletti

Ben trovati lettori di passaggio, oggi vorrei iniziare la settimana e il mese qui sul blog parlandovi di una delle mie letture più recenti, La Piuma di Giorgio Faletti.


Titolo: La Piuma
Autore: Giorgio Faletti
Editore: Baldini & Castoldi
Illustrazioni: Paolo Fresu
Dati: pp. 79, €13.

Questo libro è una delle letture scelte da Laura del blog La Libridinosa per la prima tappa della Challenge 2016 indetta dalle Lgs e sono contenta di aver approfittato di questa opportunità per leggerlo, ma non è semplice per me parlarne innanzi tutto perché non avevo mai letto nulla di Giorgio Faletti prima d'ora e quindi non sapevo esattamente cosa aspettarmi e poi perché questa lettura mi ha lasciato una lieve sensazione di incertezza riguardo al messaggio in essa contenuto e che non sono certa di aver colto appieno.
Si tratta di una favola indirizzata sia agli adulti che ai più giovani e come ogni favola che si rispetti contiene una sua morale.
In questo caso assistiamo al volo di una piuma che seguendo il volere dei venti si posa qui e là e assistendo a scene diverse con diversi protagonisti, per poi proseguire il suo viaggio.
In questo la piuma si imbatte in personaggi che ci appaiono remoti, caratteri senza nome che popolano da sempre racconti e favole e tuttavia comuni e vicini alla nostra realtà nei loro comportamenti e nei loro difetti. Assistiamo così, insieme alla piuma, alla messa in scena di vizi e debolezze umane esemplificate nell'ambizione del re e del generale, nell'avidità del cardinale, nel cinismo della prostituta e soprattutto nell'incapacità di tutti i personaggi di guardare al di là del proprio interesse personale e di ciò che li riguarda.
Solo L'uomo del foglio bianco sembra capire il messaggio che la piuma porta con sé, tanto da volerla seguire e fare suo quello stesso viaggio.
Per quanto mi riguarda non sono certa di aver colto tutto quello che l'autore voleva esprimere in  queste pagine che io ho interpretato come un inno alla libertà e alla creatività, ma che non mi hanno colpita più di tanto per originalità e profondità. Sono comunque contenta di aver fatto questa lettura e di essermi avvicinata ad un autore che non avevo ancora avuto l'occasione di affrontare ed ho inoltre apprezzato molto le illustrazioni di Paolo Fresu che accompagnano la narrazione e che ho trovato originali e suggestive.

VOTO: 7-