venerdì 20 maggio 2016

Liebster Award 2016. Discover new blogs.

Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi un post speciale per ringraziare due colleghe blogger, Roberta del blog La libreria di Tessa e Paola C. del blog Cose da lettrici per aver nominato il mio blog per il Liebster Award del 2016 che ha lo scopo di far scoprire ai lettori nuovi blog e che è dedicato a quelli con meno di 200 iscritti.


Passiamo subito alle regole per partecipare:

1) Ringraziare che ci ha premiato.
A questa prima doverosa richiesta ho già ottemperato nell'introduzione al post, ma vi voglio di nuovo consigliare di andare a dare un'occhiata ai blog La Libreria di tessa e Cose da lettrici perché ci troverete letture e rubriche interessanti.

2) Scrivere qualcosa sul blog che preferite.
Onestamente non saprei quale scegliere perché ne seguo molti e mi piacciono tutti per motivi diversi, ma quello che seguo da più tempo è un blog particolare che non parla solo di lettura, ma anche della vita del libraio che vive a stretto contatto con i libri, ma anche con la clientela della libreria che a volte sembra davvero folle. Sto parlando di Cronache dalla libreria, il blog di Marino Buzzi, libraio, blogger e scrittore.

3) Rispondere alle 11 domande del blogger che ti ha nominato.

Queste sono le domande di Roberta di La libreria di Tessa:
a) Hai la possibilità di fare una domanda a un'autore/autrice, una domanda di qualsiasi tipo, che autore scegli e cosa gli/le chiedi?
Probabilmente chiederei a J.K. Rowling perché ha riservato quel destino ad uno dei miei personaggi preferiti della saga di Harry Potter, Remus Lupin.
b) Un libro, letto nell'ultimo anno, che ti ha stupito (in positivo o negativo).
I garbati maneggi delle signorine Devoto di Renzo Bistolfi è un romanzo che ho letto per la Challenge di lettura delle Lgs e mi ha piacevolmente sorpresa, non pensavo mi sarebbe piaciuto tanto.
c) Un libro che ti ha fatto piangere?
Tra i tanti e tra i più recenti mi viene in mente Wonder di R.J. Palacio.
d) Cartaceo o digitale?
Amo la carta e non posso fare a meno di collezionare cartacei, ma leggo molto anche in ebook soprattutto per risparmiare sulle nuove uscite e per leggere libri che non sono sicura possano piacermi e che quindi preferisco non prendere in cartaceo.
e) Il tuo personaggio di "carta" preferito?
Anche qui ce ne sono tanti, uno dei quali è la protagonista di Miss Charity di Marie-Aude Murail.
f) Come nasce il nome del tuo blog?
Ho scelto Libraia in soffitta perché mi sarebbe davvero piaciuto avere una mia libreria e renderla assolutamente personale e, anche se questo rimane un sogno nel cassetto, mi sento un po' libraia nell'anima.
g) Riesci a descriverti in 3 parole?
Fantasiosa, pigra, apprensiva.
h) Dolce o salato?
Entrambi, sono golosa e mangio praticamente di tutto.
i) Il tuo hobby (lettura a parte)?
Mi piace molto la musica, di tutti i generi, faccio lavori in campagna, ma più per dovere che per piacere, ma la cosa che mi rilassa di più è...sistemare il libri sugli scaffali.
l) Il tuo sogno nel cassetto?
Ho praticamente già risposto alla lettera f.
m) Il romanzo che porteresti con te in un viaggio attorno al mondo?
Viaggiare è il mio peccato di Agatha Christie.

Queste sono le domande di Paola C. di Cose da lettrici:
a) Quale genere letterario preferisci? 
Non ho solo un genere preferito, ma se dovessi scegliere direi classici e classici moderni.
b) E quello che invece proprio non sopporti? 
Questa è facilissima, non sopporto i romance troppo smielati e con troppe scene di sesso.
c) Dove ti piacerebbe vivere?
Credo di vivere in un posto molto bello, in mezzo alla natura, ma a volte vorrei provare il brivido della vita in una metropoli come Londra o Parigi.
d) Quale è la cosa in cui riesci meglio?
Una cosa non proprio utile, ho il dono della sintesi e riesco a riassumere i concetti chiave delle cose che devo dire o raccontare, ma anche le torte non mi vengono male! 
e) Quale momento della giornata preferisci? 
La mattina presto perché è un nuovo giorno e la notte perché il silenzio concilia le mie letture.
f) Quale è la tua “postazione da lettura” preferita?
Nessuna in particolare, ma leggere a letto è piuttosto comodo.
g) Usi i social network? Se sì, quali? 
No, uso solo G+ perché è collegato al blog e ho aperto un canale youtube solo per poter commentare i video degli youtubers che seguo e che parlano praticamente tutti di libri.
Per quel che riguarda i social sono davvero preistorica, ma onestamente non ne sento il bisogno.  
h) Frequenti la biblioteca cittadina? 
Purtroppo no perché nella mia zona non ce ne sono.
i) Con quale autore/autrice andresti a cena fuori per una bella chiacchierata? 
Non saprei, in realtà non mi interesso molto degli autori/autrici, cerco di distinguere sempre il libro dal suo autore perché se conosco troppe cose dell'autore ho l'impressione che le sue opere ai miei occhi perdano fascino. Mi succede anche con gli attori, se so troppe cose di loro, quando li vedo in un film, mi sembra che la persona offuschi il personaggio.
l) Hai mai letto un libro che hai detestato con tutto il cuore? 
Ne ho letti di brutti, ma se prevedo che un libro potrebbe darmi ai nervi difficilmente lo leggo e mi rivolgo ad altro.
m)Ti sei mai “innamorata” di un personaggio cartaceo? 
No, ma ci sono personaggi nei libri che hanno caratteristiche che vorrei incontrare nelle persone reali.

4) Scrivere a piacere 11 cose di te.
Per la serie fatti a caso che non so quanto possano interessare qualcuno:
1 Da ragazzina avevo paura dei gatti, adesso ho cominciato a familiarizzare anche con loro, ma rimango diffidente.
2 Ogni volta che inizio un libro nuovo scelgo un segnalibro che si "intoni" per colore alla copertina.
3 Ho letto tutti e sei i romanzi di Jane Austen cinque o sei volte ciascuno, nonostante di solito non rilegga quasi mai un libro.
4 Da bambina mi chiamavano "cerotto" perché mi facevo male in qualunque modo e sono tuttora piuttosto goffa.
5 Seguo molte serie tv, ma solo sul pc, tutte straniere e tutte con i sottotitoli.
6 I miei libri sono rigidamente ordinati per casa editrici o per altezza.
7 Non ho mai vinto un libro ad un giveaway e spesso non posso neanche partecipare perché serve essere iscritti a social che ignoro.
8 Non sono mai riuscita  a finire il Don Chisciotte di Cervantes perché lo trovo terribilmente noioso.
9 Non sopporto quando le case editrici interrompono la pubblicazione di una serie e poi magari la riprendono cambiando formato e copertine dei libri.
10 Se un libro proprio non mi è piaciuto di solito me ne libero, lo vendo o lo regalo.
11 A volte ho pensato di fare video su youtube per parlare di libri, ma sono troppo timida e non credo ci riuscirò mai.

5) Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 followers.
Questa richiesta è piuttosto difficile perché tra i blog che seguo e che conosco molti hanno più iscritti e altri sono già stati nominati, comunque sono riuscita a trovarne 5:


6) Formulare le 11 domande per i blog che hai nominato.

1) Qual è il cliché che proprio non sopporti di trovare in un libro?
2) Un romanzo che è iniziato nel migliore dei modi, ma che ti ha profondamente deluso alla fine.
3) Una coppia letteraria che ti è rimasta nel cuore.
4) Scegli la tua prossima lettura mentre stai ancora terminando la lettura in corso o prima termini un libro e solo dopo scegli il successivo?
5) Quanto spazio occupano  i libri a casa tua?
6) Tre titoli che vorresti leggere la prossima estate.
7) Quale libro della tua infanzia ricordi con più affetto?
8) Ti regalano un libro che non ti ispira per nulla. Lo cambi in libreria, ricicli il regalo o provi comunque a leggerlo?
9) La cosa più strana o curiosa trovata in un libro usato.
10) Hai altre passioni oltre la lettura?
11) Ti è mai capitato di sentirti dire di non "buttare via" i soldi sui libri?

Credo di aver fatto tutto, ora non mi resta che comunicare il premio ai blog che ho scelto di nominare.
Grazie ancora a La Libreria di Tessa e a Cose da lettrici!