mercoledì 30 novembre 2016

5° Tappa del Blog Tour "Missione a Manhattan" di Chiara Santoianni



Buon mercoledì lettori di passaggio, oggi sul blog non troverete la consueta rubrica WWW Wednesdays, ma qualcosa di diverso e di insolito per me, infatti ho deciso di partecipare al mio primo Blog Tour e di presentarvi il romanzo di Chiara Santoianni Missione a Manhattan, seguito di Cocktail di Cuori, entrambi editi da Edizioni CentoAutori. I blog che ospiteranno le tappe del blog tour sono ben dodici quindi vi lascio qui sotto il calendario completo con tutte le tappe.
Tornando al libro vediamo più in dettaglio di cosa si tratta e di conoscere un po' meglio l'autrice, dopodiché vi racconterò brevemente la mia opinione riguardo questa lettura riportandovi alcune parti salienti del testo.


Autore: Chiara Santoianni
Editore: Edizioni CentoAutori
Dati: pp. 176, €7.50.

Trama: La 25enne Penelope Pinto ha ormai trovato la sua strada nel mondo editoriale. Dopo aver pubblicato il suo primo romanzo con la prestigiosa Martin & Cooper di Londra, è stata assunta nella casa editrice come addetta al marketing: le sorti dei più noti autori di bestseller − dopo l’impietoso editing dello spocchioso collega Edmund Zum Thor − passano per le sue mani. Tra party letterari e serate modaiole con l’amica inglese Olivia Parker-Kensington, e il rapporto con Robin, aitante space-clearer con la mania per l’ordine, la vita di Penny scorre tranquilla, con l’obiettivo di un suo nuovo romanzo e di un probabile avanzamento di carriera. Finché la sparizione di importanti documenti dal computer di Edy Thor non mette in discussione il futuro della casa editrice e, con esso, la promozione di Penelope! Non resta che mettersi sulle tracce del misterioso hacker, attraversando l’Atlantico fino a Manhattan per incontrare uno scrittore del Bronx, un politico rampante, una stagista arrivista, in una corsa contro il tempo: riuscirà Penelope a smascherare i colpevoli, a salvare la casa editrice e ad arrivare in tempo al matrimonio della sorella Carmela a Sorrento?

L'autrice: Chiara Santoianni si è laureata in Lettere all’Università di Napoli con una tesi sulle comunicazioni di massa. Giovanissima, ha iniziato a pubblicare come giornalista e scrittrice. È autrice di un saggio sulla popular music, di manuali di sicurezza informatica e di guide turistiche, oltre che di alcuni racconti e del libro per ragazzi Preso nella Rete. I suoi romanzi di chick lit Il Diario di Lara e Provaci ancora, Lara! sono stati selezionati al concorso ChickCult; è autrice e curatrice della raccolta di racconti di chick lit Volevo fare la casalinga (e invece sono una donna in carriera). Con Cento Autori, ha pubblicato Il lavoro più (in)adatto a una donna e Cocktail di cuori. Attualmente scrive per il magazine Dols.it e lavora nella scuola; cura inoltre il sito internet per le donne Chiara’s Angels. La sua passione, insieme alla scrittura, è la tecnologia in tutte le sue forme.

Dopo oltre sei anni passati a Londra dividendosi tra il lavoro di barwoman e la speranza di riuscire a diventare una famosa scrittrice, Penelope Pinto è riuscita finalmente a pubblicare il suo primo romanzo, ma la strada per il successo sembra ancora lunga e accidentata, quindi ha accettato di lavorare per la casa editrice Martin & Cooper in qualità di addetta stampa, in attesa di riuscire a sfondare come scrittrice, cercando nel frattempo di farsi una posizione nel mondo dell'editoria.
Anche la vita privata ha preso una piega del tutto nuova, infatti, lasciato l'appartamento da studentessa che condivideva con due amiche, Penelope adesso convive con Robin, un giovane attraente che sembra non scomporsi mai, tranne di fronte al disordine ed è infatti uno dei migliori space clearer su piazza. A non essere cambiata è l'amicizia con Olivia, la ricca ereditiera un po' ribelle che trascina Penelope a sfilate, eventi mondani e feste e che l'aiuta a farsi pubblicità con ogni mezzo.

"Nei sei anni in cui avevo condiviso con Olivia, e con la mia amica italiana Gelsomina, un caotico appartamentino in Frith Street, nel cuore di Soho, avevo imparato che la vita sociale non è un optional. Incallita habitué di tutti i party più trendy di Londra e dintorni, soprattutto se frequentati da vip da rotocalco, l’erede della dinastia Parker-Kensington, padre parlamentare, madre ex attrice, magione di famiglia a Chelsea con le foto dei reali in salotto − mi aveva insegnato a stare in società e nel contempo a divertirmi. E, anche se adesso che ero fidanzata con Robin avevo dato un taglio all’intrattenimento notturno, mi restavano almeno le feste aziendali. Cioè gli stilosissimi eventi a cui ero 16“costretta” a partecipare in quanto addetta al settore Narrativa Straniera dell'Ufficio Marketing M & C.

Le cose sembrano essersi messe per il meglio per lei, anche perché i rapporti con la famiglia rimasta a Sorrento non sono più tesi e si profila perfino il matrimonio della sorella Carmela con il fidanzato storico, ma gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo. Dopo una notte particolarmente movimentata, Penelope si attarda in ufficio e mentre sta sbirciando nella corrispondenza dell'editor della casa editrice, il geniale quanto intrattabile Edy Thor, si addormenta letteralmente sul computer e al suo risveglio tutti i documenti del collega sono stati cancellati, compresa la ristesura del romanzo che la Martin & Cooper sta per pubblicare in vista del Natale e che tutti sperano sarà un best seller. Peccato che il libro dell' autore americano conteso da ogni casa editrice sia praticamente illeggibile, non prima di settimane di lavoro da parte di Edy e che senza i suoi documenti sia in pericolo, non solo l'uscita del romanzo, ma anche il buon nome della Martin & Cooper e la tanto agognata promozione di Penelope.

"Avevo osato toccare il sacro computer di zum Thor, la divinità degli editor, ed ero stata punita. L’impossibile era accaduto: mi ero addormentata sulla tastiera e, schiacciando maldestramente i tasti con la faccia, avevo eliminato senza saperlo tutta la corrispondenza del mio collega. A questo punto, non mi restava che licenziarmi, prima che i signori Martin e Cooper incaricassero Meggy Marshmallows di precompilare per me una lettera di dimissioni. In un momento di idiozia, avevo dato un calcio a un fortunato avvenire nell’editoria e, almeno nell’immediato, alla mia carriera di scrittrice di romanzi.Un momento: chi ha detto che avrei dovuto confessare?"

Al senso di colpa per aver combinato l'ennesimo disastro e alla paura di essere scoperta, si aggiunge anche l'apprensione per degli strani messaggi accompagnati da immagini tratte da vecchi film che compaiono sul suo computer e il sospetto crescente che tutta questa faccenda non sia solo frutto di un errore, ma che dietro alla sparizione dei documenti di Edy ci sia ben altro.
"C’era sempre la possibilità che gli insoliti messaggi fossero un diabolico trucco dei nostri capi per impedirci di distrarci nelle ore lavorative, e di sperperare il modesto stipendio che ci consegnavano, ma l’istinto mi diceva che qualcuno stava cercando di comunicare con me. Però, che ruolo potevo mai avere io ai suoi occhi, se era stato dal computer di zum Thor che i file erano spariti? Comunque, il misterioso cinefilo mi stava invitando a una caccia al tesoro."
Per sbrogliare la matassa Penelope è costretta a partire per New York con Robin, mentre la famiglia a Sorrento è in crescente fermento in vista delle nozze di Carmela, in una vera e propria missione di salvataggio della sua carriera e della casa editrice.
"Mi sentivo emozionata come James Stewart/ “Jeff” Jeffries in La finestra sul cortile, quando manda Grace Kelly/ Lisa Freemont a cercare prove nell’abitazione dell’assassino. Solo che qui non c’era nessun cadavere ma solo dei file scomparsi, nessuno di noi due aveva una gamba rotta e il nostro punto di osservazione sarebbe stato dall’interno, e non attraverso un binocolo. Suonammo al citofono."
Così in un susseguirsi di immagini da cartolina e di citazioni cinematografiche, l'autrice ci porta in giro per New York a caccia della verità insieme a Penelope, una protagonista, sempre un po' goffa, ma molto più intraprendente rispetto al primo romanzo e ben determinata a risolvere la situazione e raggiungere i suoi obbiettivi, nonostante gli imprevisti.

Ed ora passiamo a voi lettori! Se volete vincere un romanzo cartaceo e autografato dell'autrice e un segnalibro vi basterà seguire le istruzioni che trovate qui: GIVEAWAY