mercoledì 27 luglio 2016

WWW Wednesdays

Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi è mercoledì, ma oltre alla consueta rubrica del WWW Wednesday ne approfitto per aggiornarvi sull'estrazione del The Ice Cream Giveaway!


Come sapete per quanto riguarda l'estrazione dei due nomi sono stata molto tradizionale e ho utilizzato il mio fidato barattolo di vetro che per l'occasione potrei ribattezzare la mia coppa gigante al pistacchio!

 Le due vincitrici sono:

Alexis Kami che ha scelto il cono amarena e menta

e

Gioia Twin che ha scelto il cono frutti di bosco e cioccolato.

Ringrazio tantissimo tutte le partecipanti, in futuro ci aranno sicuramente altri giveaway e aggiornamenti al mercatino VendoLibri, quindi spero che abbiate tutte altre golose occasioni e ricordo alle due vincitrici di mandarmi una mail all'indirizzo libraiainsoffitta@libero.it con i dati a cui spedire i pacchetti in modo da potervi mandare al più presto i vostri premi.

E adesso passiamo alle letture di questi giorni con il WWW Wednesdays:


1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Attualmente sto terminando la lettura di Gigli del deserto di Giuseppe Disconzi che, nonostante mi stesse piacendo, avevo momentaneamente accantonato per terminare La via del Male di Robert Galbraith; inoltre ho appena iniziato un breve thriller di Gillian Flynn, Un buon presagio, che mi è stato regalato in versione ebook.


2) Che cosa hai appena finito di leggere?

Oltre a La via del male di Robert Galbraith, di cui vi ho parlato nel post precedente, ho terminato la lettura di La sirena meccanica di Giada Bafanelli, un racconto che mi è piaciuto molto anche se non rientra nei generi di lettura che preferisco e di cui parlerò in uno dei prossimi post e Agatha Raisin e la strega di Wyckhadden di M.C. Beaton, il nono volume di una serie che come sempre mi ha tenuto compagnia e mi ha divertita anche più del precedente.


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Tra i libri in cima alla mia Tbr al momento c'è Scrivere è un mestiere pericoloso di Alice Basso, sia perché è uno dei titoli bonus della Challenge a cui partecipo, sia perché è un prestito da parte di mia cugina che vorrei restituire in tempi non troppo lunghi.


Queste sono le mie letture al momento, fatemi sapere le vostre opinioni e che cosa state leggendo voi, sia che siate a godervi una bella vacanza, sia che siate comodamente a casa a godervi un bel libro!

sabato 23 luglio 2016

Il libro del giorno # La via del male di Robert Galbraith

Ben ritrovati lettori di passaggio, torno dopo qualche giorno di assenza dovuto a problemi tecnici per parlarvi di una delle mie ultime letture, un romanzo giallo che probabilmente conoscerete e che mi ha tenuta incollata alle pagine, facendomi mettere momentaneamente da parte ogni altra lettura e con il quale partecipo anche alla terza tappa della Challenge 2016 delle Lgs:
- Un libro che ho recensito sul mio blog.


Titolo: La via del male
Autore: Robert Galbraith
Editore: Salani
Traduttore: F. Bruno
Dati: pp. 603, €18,60.

Dopo aver risolto brillantemente due casi di omicidio seguiti dalla stampa nazionale, Cormoran Strike sembra aver finalmente consolidato la sua agenzia investigativa, grazie anche alla collaborazione della sua assistente Robin, che grazie ai corsi speciali che il suo capo le ha finanziato, partecipa attivamente alle indagini e può mettere a disposizione anche buone conoscenze in campo psicologico e comportamentale. A rovinare il momento positivo ci pensa un pacco consegnato in ufficio e diretto a Robin, che contiene la gamba di una giovane donna. Superato lo shock iniziale non resta che cercare di aiutare la polizia ad indirizzare le indagini sulla pista giusta, ma mentre le indagini ufficiali sembrano concentrarsi su un membro della criminalità organizzata, Strike è sempre più convinto che si tratti di una faccenda più personale e che solo altri tre uomini del suo passato possano aver commesso una cosa del genere. Due sono ex soldati che si sono macchiati di gravissimi atti di violenza contro i membri delle loro stesse famiglie e che Cormoran ha collaborato a far espellere e imprigionare, mentre il terzo è il terzo marito di sua madre Leda, un aspirante musicista depravato e violento che l'investigatore ha sempre considerato, pur non avendone le prove, colpevole della morte della donna, avvenuta per overdose di eroina in uno squallido appartamento occupato in cui i due convivevano con altri sbandati, Proprio sull'ex patrigno si concentrano i sospetti di Strike, soprattutto a causa del biglietto consegnato insieme alla gamba e che riporta alcuni versi di una canzone dei Blu Oyster Club, la band che Leda amava più di ogni altra.
Oltre alle difficoltà dovute a dover identificare la vittima e a dover seguire tre piste investigative diverse, si aggiungono le preoccupazioni per l'incolumità di Robin che sembra essere nel mirino dell'assassino, ma che non vuole nemmeno sentire parlare di farsi da parte e di lasciare Londra, nonostante le insistenze di Cormoran e del fidanzato Matthew, che da sempre disapprova il loro lavoro. Dal canto suo Robin, non vuole permettere che un pazzo le condizioni la vita e la riduca all'impotenza, come le è già successo in passato e fa di tutto perché Strike riconosca l'importanza del suo lavoro, anche a costo di litigare continuamente con Matthew, a poche settimane dalla data del loro matrimonio. E non è solo colpa del suo lavoro se sembra che il loro rapporto si stia inesorabilmente incrinando. In questo terzo volume, il fatto che la minaccia sia rivolta direttamente a Cormoran e Robin fa si che la vicenda sia più che mai incentrata sui due protagonisti. Mentre nei precedenti volumi le parti di narrazione che riguardavano la vita privata o il passato dei due rappresentavano degli intervalli nel corso dell'indagine, questa volta sono il punto focale del romanzo, infatti veniamo a conoscenza di molti particolari sul passato di Strike e della sua vita nomade al seguito della madre e di fatti personali che hanno influenzato la vita di Robin e la sua relazione con Matthew. La parte migliore del romanzo a mio parere è proprio quella che mostra il consolidamento del rapporto lavorativo e personale tra i due, i quali, forzati dagli eventi, sono costretti ad aprirsi e a conoscersi meglio mentre seguono contemporaneamente tre diversi filoni di indagine a caccia di tre personalità completamente diverse, ma accomunate dalla malvagità d'animo e dal rancore verso Strike. Particolare inedito rispetto ai primi due volumi è che abbiamo anche dei capitoli che riguardano esclusivamente il misterioso assassino e in cui assistiamo alla messa in pratica dei suoi delitti, ma anche ai suoi deliri mentali. L'autrice, come al solito è bravissima a trascinare il lettore nelle indagini e a confondere le acque in modo da far puntare il dito alternativamente verso tutti gli indiziati. Uniche due pecche che ho personalmente riscontrato sono forse l'eccessiva testardaggine dimostrata in alcune occasioni da Robin, sia in campo lavorativo che personale e qualche pagina di troppo riguardante pedinamenti e appostamenti di cui forse si poteva fare a meno. Comunque si tratta, a mio parere, di un buon giallo, a tinte spesso anche abbastanza forti, che mette alla prova le capacità intuitive del lettore e lo lascia più che mai intenzionato a proseguire nella lettura delle avventure di Cormoran Strike.

VOTO: 8

mercoledì 13 luglio 2016

WWW Wednesdays


Buon mercoledì lettori di passaggio, in questa ennesima giornata di caldo afoso torna a farci compagnia la rubrica WWW Wednesdays!

1) Che cosa stai leggendo in questo momento?

Attualmente sto leggendo La sirena meccanica di Giada Bafanelli, la mia prima lettura in assoluto a tema sirene anche se le creature protagoniste di questo racconto sono ancora più misteriose. Mi dispiace che la lettura stia andando avanti a rilento, ma il mio tablet continua a darmi problemi, si surriscalda e si blocca dopo pochi minuti, probabilmente vuole prendersi una vacanza anche lui! Inoltre ho iniziato Gigli del deserto di Giuseppe Disconzi, che per adesso sembra una lettura piuttosto promettente.
Tanto per non farmi mancare nulla non ho potuto resistere oltre al richiamo di J.K. Rowling e ho iniziato anche La via del male di Robert Galbraith.


2) Che cosa hai appena finito di leggere?

In questi giorni di calura opprimente non ho letto molto e ho terminato solo Percy Jackson & Gli Dei dell'Olimpo. Il libro segreto di Rick Riordan, un libro che contiene tre racconti con protagonista Percy e i suoi amici semidei, più qualche extra sui personaggi della serie. Dopo aver letto i cinque libri della saga di Percy non avevo letto altro di Rick Riordan e avevo voglia di fare di nuovo un salto al Campo Mezzosangue!


3) Quale sarà la tua prossima lettura?

Come ormai saprete, il genere che mi attira maggiormente in estate è il giallo, quindi credo che proseguirò le mie letture in questo campo, magari recuperando un classico di Agatha Christie che ancora non ho letto e che mi sembra particolarmente adatto al periodo, Poirot sul Nilo, oppure potrei tuffarmi nel genere thriller con Senza tregua di Roberta Melli.


Fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi titoli e che cosa ne pensate e fatemi sapere quali sono i vostri generi preferiti da leggere in estate!

sabato 9 luglio 2016

Tag: La vita segreta di una book blogger e Happy book Tag

Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi vi propongo un lungo post all'insegna delle chiacchiere più o meno letterarie in cui rispondo a due diversi Tag.
Partiamo da La vita segreta di una Book-Blogger un tag in 9 domande i cui sono stata nominata da Stefania  del blog La biblioteca di Eika :


1) Da quanto tempo sei nella blogosfera?
Esattamente non saprei perché ho aperto il mio blog alla fine del 2013, ma seguivo già da qualche tempo alcuni blog letterari.

2) Quando pensi di ritirarti?
Per adesso non ho ancora pensato a chiudere il mio angolino di chiacchiere letterarie, ma se non sentissi più di avere qualcosa da condividere con gli altri a proposito  della lettura, immagino che non avrei più motivo per tenere un blog su questo argomento.

3) Qual è l'aspetto migliore dell'avere un blog?
Sicuramente il confronto con altri lettori, innanzitutto perché è un modo per conoscere persone molto simpatiche con la mia stessa passione per i libri, ma anche per conoscere opinioni diverse e per aprirsi a generi, autori e letture diverse rispetto a quelle a cui sono abituata.

4) Qual è l'aspetto peggiore dell'avere un blog?
Finora non ho incontrato aspetti particolarmente negativi, ma ovviamente ci sono cose che incontro spesso nei blog letterari e che non mi fanno impazzire, ma che capisco possano piacere e appassionare altri; ad esempio non sono una fan dei blogtour perché penso necessitino di troppa dedizione e  tempo, sia da parte di chi li ospita, sia da parte di chi partecipa, ma  non ho nulla in contrario all'idea di base, semplicemente mi limito a non parteciparvi.

5) Una book-blogger che adori?
Domanda difficilissima a cui non mi è possibile rispondere. Tutti i blog che seguo hanno delle qualità che apprezzo e non è mia abitudine commentare o seguire blog che non legga davvero con piacere.

6) Con quale ti piacerebbe collaborare?
Con tutti i blog che seguo e in particolare con una o più delle Lgs perché fanno davvero ridere in molto dei loro posts e perché sono riuscite, non so come, a farmi imbarcare in challenge di lettura nonostante sia totalmente negata in questo genere di cose.

7) Cosa ne pensi della comunità dei bloggers letterari?
In linea generale sono contenta che esistano blog che parlino principalmente di libri e molti di questi sono delle vere e proprie risorse e delle miniere di informazioni per i lettori.  

8) Qual è il tuo segreto per avere un blog di successo?
Il mio in realtà è un piccolo blog, un angolino in cui blatero delle mie letture e segnalo libri che mi sembrano interessanti, ma non credo si possa parlare in nessun modo di blog di successo. Alla base della mia esperienza di blogger però c'è una sorta di regola non scritta, ma che seguo istintivamente, quella di scrivere un post, che sia una recensione o  qualsiasi altro tipo di post, solo se davvero credo di avere qualcosa da dire e di non farlo solo per riempire uno spazio vuoto.

9) Ed ora i Tag:
Ammetto di non aver controllato attentamente chi avesse o meno risposto a questo Tag, ma mi sento di rivolgere queste domande a due amiche blogger:
Gresi di Sogni d'inchiostro.

E ora passiamo ad altre domande, quelle dell'Happy Book Tag, per la cui nomination ringrazio Gioia e Debora del blog Twins Book Lovers.


1) Cosa ami nel comprare nuovi libri?
Principalmente ogni libro nuovo rappresenta una promessa di storie ancora da raccontare e di nuove avventure da vivere, ma ammetto che amo anche i libri come bellissimi oggetti da collezionare.

2) Quanto spesso compri i libri?
In realtà non ho uno schema fisso negli acquisti e molto dipende dalle occasioni e anche dalle offerte che periodicamente propongono le case editrici. Circa ogni uno o due mesi faccio un ordine on line, solitamente abbastanza sostanzioso, ma niente in confronto alle scatole giganti che ho visto in certi video. Se poi ho occasione di passare da qualche libreria è praticamente certo che non ne uscirò a mani vuote!

3) Libreria o negozio on line?
Per me sono sostanzialmente in parità perché amo le librerie fisiche e quando posso ci passo letteralmente le ore, ma per motivi logistici e anche di risparmio compro maggiormente su internet.

4) Hai una libreria o bookstore preferito?
Le librerie che frequento di più al momento sono una Mondadori, piccola ma molto fornita e una libreria indipendente abbastanza grande da potersi rilassare in contemplazione degli scaffali. Per quanto riguarda invece gli acquisti on line, di solito i affido al sito Ibs.

5) Preordini i libri?
Non mi è mai capitato finora, ma mai dire mai.

6) Hai un limite di libri acquistabili in un mese?
Non mi sono mai posta un limite in termini di numero di volumi, ma cerco di non accumulare troppi volumi che non ho l'immediata intenzione di leggere anche se potrei comprarli a prezzi vantaggiosi e soprattutto mi pongo delle restrizioni in fatto di budget che cerco di non superare.

7) I divieti di acquisti libri fanno per te?
Sono per natura refrattaria alle imposizioni e anche alle autoimposizioni, quindi cose come i project books o i divieti di acquisto per determinati periodi non mi sono per niente congeniali e poi, nonostante sia importante avere delle priorità e saper risparmiare, non sono una che spende molto in altre cose, quindi cerco di togliermi almeno la soddisfazione di comprare libri.

8) Quanto è lunga la tua wish list?
In realtà non ho una vera e propria wish list, ma annoto i titoli che mi sembrano interessanti e se a distanza di tempo sono ancora interessata e ne ho l'occasione li compro, altrimenti li depenno, per cui la mia è una lista desideri sempre in aggiornamento.

9) Nomina tre libri che vorresti possedere ora?
I primi tre che mi vengono in mente al momento sono:
La notte dimenticata dagli angeli, il nuovo romanzo di Natsuo Kirino, La ragazza di Mezzanotte di Melissa Grey e Il miniaturista di Jessie Burton, un raro caso di libro che ho davvero in wish list da un secolo e che non ho ancora depennato né acquistato. 

10) Chi Tagghi?
In questo caso non taggo nessuno nello specifico, ma invito tutti quelli che leggeranno il post e che hanno un blog a rispondere a loro volta e a lasciarmi il link ai loro post!

Per oggi concludo qui questo fiume di chiacchiere e se siete stati così pazienti da leggere tutto il post non posso far altro che ringraziarvi sentitamente!

lunedì 4 luglio 2016

In My Mailbox


Ben ritrovati lettori di passaggio, oggi vorrei inaugurare la settimana del blog con qualcosa di davvero leggero e quindi vi mostro le ultime entrate nella mia libreria. Come forse saprete, l'estate non è decisamente la stagione che preferisco, il caldo mi abbatte, l'eritema solare è sempre in agguato e le piante e i fiori che prosperano in questi mesi mi provocano allergia, cosa non da poco se si vive in campagna come me. Questa premessa è più che altro un tentativo di giustificare i recenti acquisti, infatti cosa c'è di meglio per risollevare l'umore di un lettore che vedersi recapitare un bel pacco pieno di libri?

Per quanto riguarda i libri cartacei mi sono affidata anche questa volta al sito Ibs e mi sono portata a casa quattro volumi scontati dal 15 fino al 50%.


Mi scuso per la qualità pessima delle mie foto, ma l'importante è il contenuto e quindi vi presento nel dettaglio questi primi volumi:
Longbourn House di Jo Baker è un romanzo edito Einaudi che avevo in wish list da quando è stato pubblicato qui in Italia perché tratta delle vicende della servitù a servizio presso la famiglia Bennet, protagonista di Orgoglio e pregiudizio. Nonostante abbia sentito pareri contrastanti su questo romanzo, da appassionata di Jane Austen, non ho potuto resistere alla tentazione e non appena è uscita l'edizione economica l'ho inserito nell'ordine.
Il secondo volume che non potuto fare a meno di prendere è La via del male di Robert Galbraith, terzo volume delle imprese di Cormoran Strike e della sua assistente Robin. Ho già letto e apprezzato i primi due libri della serie e spero che anche questo non mi deluda.
Per rimanere in tema di delitti e affini, mi sono lasciata intrigare dal titolo di una graphic novel, Distinti saluti, Jack lo squartatore, scritto da Joe R. Lansdale e illustrato da Kevin Colden.
Non sono mai stata una lettrice di fumetti e solo ultimamente sto facendo i primi esperimenti con la letture delle graphic novels, ma il mistero che ruota attorno alla figura di Jack lo squartatore mi ha sempre appassionata per cui quando capita recupero films, libri, serie tv sull'argomento e ho pescato questo anche volumetto tra i remainders. Ho già avuto modo di leggerlo e ammetto di essere rimasta un po' delusa, sia perché la storia è ambientata in un'epoca diversa dall'originale, sia perché un po' inconcludente. Infine ho preso un Minimammut che puntavo da tempo, Villette di Charlotte Bronte.

I prossimi libri che vi mostro non sono degli acquisti, ma dei regali davvero graditi.


La libreria dei desideri di Claire Ashby edito Newton Compton era uno dei premi in palio nel giveaway organizzato da Violet del blog Libri d'incanto e non potete immaginare la mia sorpresa quando mi sono accorta di aver vinto. Ringrazio ancora Violet perché è stata gentilissima e vi consiglio di fare un salto sul suo blog, se ancora non lo conoscete, perché è davvero un piacere seguirlo. Gli altri due volumi mi sono stati fatti conoscere da Cinzia del blog LiberoVolo e mi sono stati mandati dalle rispettive case editrici che ringrazio per la disponibilità.
Il primo è Senza tregua di Roberta Melli edito da Leone Editore, un thriller che si preannuncia come una lettura avvincente, mentre l'altro è Gigli nel deserto di Giuseppe Disconzi, un fantasy pubblicato dalla casa editrice Kimerik. Sono entrambi titoli che mi incuriosiscono molto e spero davvero di leggerli presto per potervene parlare.

Non potevano mancare anche alcuni ebooks e in questo caso sono stata davvero fortunata perché si tratta per tutti di omaggi. Il viaggio di Lea di Guia Risari è un libro per ragazzi che probabilmente avrete già visto in qualche blog e mi è stato gentilmente inviato dall'autrice, mentre 99 Giorni di K.A. Tucker, Uptown Girl di Raffaella V. Poggi, Rimozione forzata di Emma Black e L'amore arriva sempre al momento sbagliato di Brittainy C. Cherry sono i libri digitali che avevo scelto e che ho vinto sempre nel giveaway di Violet.




Infine vi mostro due prestiti da parte di mia cugina e mia zia, un libro per ragazzi attualmente in lettura, Percy Jackson & Gli Dei dell'Olimpo. Il libro segreto di Rick Riordan che contiene alcune storie con protagonisti Percy Jackson e i suoi amici e Scrivere è un mestiere pericoloso di Alice Basso, il secondo romanzo con protagonista Vani Sarca, personaggio che non ho molto amato nel primo volume, ma a cui cercherò di dare una seconda possibilità.


Sono decisamente soddisfatta delle nuove entrate nella mia libreria perché come mio solito mi sono portata a casa letture di ogni genere, molte delle quali mi attirano davvero tantissimo.
Fatemi sapere se siete incuriositi da qualcuno di questi libri e, se li avete già letti, fatemi sapere la vostra opinione!